18 settembre 2019

Conegliano

Parcheggi di nuovo a pagamento il sabato pomeriggio a Conegliano

Dal 1 marzo si torna a pagare. Ma vengono introdotte l'ora gratis il sabato pomeriggio e il quarto d'ora gratuito durante la settimana

Roberto Silvestrin | commenti |

CONEGLIANO - Bisognerà nuovamente pagare il parcheggio a Conegliano il sabato pomeriggio. Ad un anno dall’introduzione della sosta gratuita a partire dalle 12.30 del sabato, infatti, l’amministrazione ha deciso di mettere in campo dei correttivi per consentire la turnazione negli stalli blu.

 

Come ha spiegato il comandante della polizia locale Claudio Mallamace, capitava molto spesso, infatti, che le auto venissero lasciate nei park a strisce blu a partire dalle 12.30 di sabato fino alle 8 del lunedì, quando scatta nuovamente la sosta a pagamento. C’era addirittura chi parcheggiava in centro per prendere il treno, per trovare poi l’auto a pochi passi dalla stazione al proprio ritorno.

 

Le modifiche al regolamento dei parcheggi, ha spiegato l’assessore Claudia Brugioni, sono state introdotte “per rendere il sistema più fruibile per commercianti e cittadini”. Se infatti il sabato pomeriggio non sarà più gratuito, l’amministrazione ha introdotto però – sempre per il sabato pomeriggio – la possibilità di sosta gratuita per un’ora, e per gli altri giorni della settimana, compreso il sabato mattina, un quarto d’ora di parcheggio gratis.

 

La possibilità dell’ora gratis è o una tantum – si potrà sostare gratuitamente per 60 minuti e poi lasciare il posto – o “agganciabile” al resto della sosta. Quindi, nel caso in cui si sosti per esempio per tre ore negli stalli blu, gli utenti dovranno pagare solo due ore. Discorso diverso invece per il quarto d’ora: non sarà infatti cumulabile con altre soste (se si paga per un’ora, non si ha la possbilità di parcheggiare per un’ora e un quarto).

 

Il nuovo regolamento entrerà in vigore dal 1 marzo 2019, quindi tra un paio di settimane. Sia nel caso dell’ora gratis, che in quello dei 15 minuti, si dovranno esporre i biglietti erogati dal parcometro. Diventerà obbligatorio inserire il numero di targa, perché le soste gratis non saranno in nessun caso ripetibili nella stessa giornata.

 

Anche il pagamento richiederà di inserire la targa attraverso il display del parcometro. Nel caso in cui non ci sia nessun biglietto – comunica l’amministrazione – scatterà la “tolleranza zero”. Si dovrà infatti utilizzare, sempre e comunque, il biglietto del parcometro, anche per le soste gratuite. L’amministrazione ha comunque assicurato che verranno date le apposite istruzioni sui parcometri, e che le modalità “le più semplici possibili”.

 

Nel complesso questi nuovi provvedimenti porteranno circa 40mila euro all’anno nelle casse comunali, oltre ai 687mila “fissi” che arrivano al comune per la gestione dei parcheggi. Nel complesso, però, parcheggiare a Conegliano diventa più conveniente: questo perché molti dei parcheggi di “zona A” (da 1,30 euro all’ora) vengono declassati a “zona B” (da un euro l’ora).

 

Dei 947 stalli blu a Conegliano, quelli in “zona A” passano da 525 a 432, quelli di “zona B” da 195 a 288”, mentre quelli in “zona C” (227) rimangono tali e quali. Questo porta ad una diminuzione della spesa complessiva, per gli utenti dei parcheggi, del 20%. Misure accolte con favore anche da Ascom Conegliano.

 

“Parcheggiare a Conegliano costa meno, se si guardano i numeri – ha dichiarato il presidente Federico Capraro -. E se prima c’era il vantaggio del parcheggio gratis il sabato pomeriggio, ora di vantaggi ne abbiamo due. Il quarto d’ora per le commissioni veloci e l’ora gratis. L’intero pomeriggio invece non portava la turnazione”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×