24/11/2017parz nuvoloso

25/11/2017pioggia

26/11/2017piovaschi e schiarite

24 novembre 2017

Nord-Est

Il Papa dice sì al Patriarca, sarà a Venezia nel 2018

commenti |

VENEZIA - Papa Francesco sarà a Venezia il prossimo anno per incontrare le Chiese del Nordest. Un incontro che presterà particolare attenzione ai giovani, a cui sarà dedicato il prossimo Sinodo dei vescovi. Il Pontefice, a sei anni dalla visita in Veneto del suo predecessore, Benedetto XVI, avvenuta nel maggio 2011, ha dato la propria disponibilità per una presenza nella città lagunare nel 2018.

 

Un anno particolare, visto che coincide con il 40/mo anniversario dell'allora patriarca Albino Luciani al soglio pontificio, ed è in corso la causa per la beatificazione, e il centenario della fine della Grande Guerra. L'annuncio della disponibilità di Francesco è stato dato dalla Conferenza episcopale triveneto, riunitasi oggi, sotto la guida del patriarca di Venezia. mons. Francesco Moraglia.

 

Papa Francesco ha così risposto positivamente all'invito già da qualche tempo rivolto al Pontefice dallo stesso Patriarca anche a nome degli altri vescovi della regione ecclesiastica che riunisce il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia. La visita si svolgerà il prossimo anno e sarà di una sola giornata a Venezia. Oltre alla celebrazione della messa, nella città lagunare si terrà un incontro comune che coinvolgerà tutte le Diocesi del nordest, e i giovani in particolare. Mons. Moraglia nei prossimi giorni si recherà a Roma, in Segreteria di Stato, per definirne le modalità della visita.

 

"E' un grande privilegio e una gioia dare il benvenuto in Veneto a papa Francesco il prossimo anno - ha commentato il governatore Luca Zaia -. Sono onorato che il Pontefice abbia dato disponibilità ad accogliere l'invito dei veneti".

 

"Un secolo fa il Veneto è stato la prima linea del fronte, ma anche teatro dell'armistizio che pose fine a quella che papa Francesco a Redipuglia ha definito la 'follia della guerra' - ha ricordato Zaia - .La visita del Papa alla comunità veneta, a cento anni da quella pagina dolorosa, è un dono prezioso per coniugare memoria, speranze e impegno di pace. Santo Padre, Venezia e il Veneto, terra che ha espresso o ospitato tanti papi illustri nella storia della Chiesa, l'aspettano già a braccia aperte".

 

Il sindaco Luigi Brugnaro ha espresso "grande emozione per la notizia". "Lo aspetteremo a braccia aperte" ha scritto in un tweet.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.924

Anno XXXVI n° 20 / 16 novembre 2017

VIGNETI E FITOFARMACI

“I pesticidi ci stanno uccidendo”. A Cappella Maggiore, due morti e sei malati di tumore in una strada: tra i vigneti e i campi, la malattia dilaga. E i cittadini denunciano

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×