20 settembre 2019

Conegliano

Palline da tennis di ghiaccio: la grandine devasta la Sinistra Piave

La peggio per coltivazioni, auto, tetti. Le testimonianze dei residenti: "E' un disastro"

Stefania De Bastiani | commenti |

CORDIGNANO/GODEGA - Un disastro. La grandine che si è abbattuta ieri sera, sabato, sulla Sinistra Piave ha causato danni ingenti, ancora da quantificare. Bombe di ghiaccio grandi quanto palline da tennis hanno colpito Godega di Sant’Urbano, Cordignano, San Fior, Orsago, Codognè, Cappella Maggiore, Colle Umberto. A Vittorio Veneto la grandine è arrivata solo a sud, nella zona di San Giacomo di Veglia, dove è anche straripato il Meschio e è stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco. I pompieri hanno lavorato nella serata per interventi anche a Conegliano, San Fior e Godega.

 

La bomba d’acqua e di ghiaccio è arrivata intorno alle 19, dopo una giornata calda e soleggiata. In poco tempo il cielo si è fatto plumbeo e il temporale si è riversato in diverse zone con grande forza. A raccontarci cosa è accaduto nei vari Comuni ieri sera sono state in diretta le segnalazioni dei lettori.

“A Godega grandine come palline da tennis. Macchine distrutte, un disastro”, riferisce una residente.  “A Cordignano c’era qualche disastro, tombini intasati, strade allagate, rami sulle strade, grandine che come grandezza variava tra chicchi d’uva e pesche. Anche la situazione in strada sulla pontebbana, a Godega e San Fior, era un macello”, ci fanno sapere. “A San Fior grandine a più riprese. Son caduti anche chicchi grossi come palle da tennis”, riferisce un cittadino. “Colle Umberto e Godega disastro: grandine grande arancie, macchine devastate, tegole sul tetto distrutte....Un disastro”. "A San Martino di Colle Umberto ha tempestato ben quattro volte chicchi grossi come nocciole e poi come noci tanta pioggia e vento". "A Codognè prima pioggia e poi grandinata, poca roba ma grossa come una palline da golf", riferiscono ancora.

 

Nella zona di Valdobbiadene e di Pieve di Soligo, i vigneti del Prosecco si sono salvati. Per ore hanno sparato con i cannoni antigrandine e non è caduto un chicco di ghiaccio. La peggio per le coltivazioni degli altri comuni, dove in mezz’ora la grandine è riuscita a distruggere e arrecare danni che verranno quantificati nelle prossime ore.

 

Stamattina il cielo è di nuovo sereno, ma secondo le previsioni entro la serata sono in arrivati altri temporali.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×