25/04/2019nuvoloso

26/04/2019pioggia

27/04/2019quasi sereno

25 aprile 2019

Altri sport

Pallamano femminile / Salerno conquista a Oderzo la Coppa Italia

Successo lo scorso weekend per l'iniziativa organizzata nella città trevigiana

Altri sport

Salerno esulta

ODERZO - Salerno torna in possesso del titolo della Coppa Italia Femminile di Pallamano.

Risultato finale 26-21 (p.t. 13-11) contro la Leonessa Brescia, sorpresa di questa Final8 e uscita dal campo tra gli applausi. Le lombarde sono arrivate in finale dopo aver eliminato Dossobuono nei quarti, Bressanone in semifinale, e hanno dato vita ad una finale entusiasmante, lottata fino alla fine.

L’avvio di incontro entusiasma il numeroso pubblico presente, il Brescia parte con ritmo e conduce per 3-1. Il Salerno ci impiega quasi 7 minuti per ristabilire gli equilibri, parità sul (4-4).

Nella prima frazione, è Alice Piffer, portiere della Leonessa, strepitosa tra i pali come in tutta la manifestazione a limitare il passivo. Le campane chiudono il primo tempo con un +2 di vantaggio (13-11).

Nella ripresa, il Brescia riesce a contenere le campane sino al 40° minuto sul punteggio di (18-15). Poi ci pensano Dalla Costa e Gomez a creare il solco mentre la Leonessa, quando la fatica incomincia a farsi sentire, non ha soluzioni in panchina mentre quelle salentino sono di maggiore caratura

L’allungo, un parziale di 5-1, è quello che ha deciso la partita. 24-16 a 10 minuti dal termine e il Salerno già assapora la coppa.

La sfida ormai volge al termine, è il tempo per ruotare le panchine ma il Brescia vuole limitare il passivo, sue le due reti finali che fissano il risultato sul 26-21. Salerno e Brescia salgono sul palco per le premiazioni con la festa da parte del numeroso pubblico del PalaOpitergium.

Applausi alle finaliste e alla società organizzatrice, la Pallamano Oderzo.

SALERNO - BRESCIA 26-21

Salerno: Ferrari,Trombetta 2, Stellato, Dalla Costa 4, Motta, De Somma, Coppola 2, Gomez 8, Fabbo, Rajic, Napoletano 3, Piantini, Oliveri 1, Lauretti 1, Casale 1, Landri 4.
Allenatore: Dragan Rajic

Leonessa Brescia: Cavagnini, Bellini 2, Fiorillo, Tanic 2, Pedrotti 1, Piffer 1, Morgano, Galli 1, Barbariga, Machina, Girotto 10, Colombo 1, Ucchino 1, Torriano 2
Allenatore: Scalia Gaspare

LA FINALE PER IL TERZO POSTO

La Mechanic System non riesce a ripetere l’esploit dello scorso anno. Da perfette outsider a grande attese del torneo, la pressione le ha alla fine condizionate.

Perso il confronto diretto con Salerno in semifinale si sono presentate scariche al match di consolazione con il Brixen. Come nella partita disputata sabato, si sono spente nel corso della ripresa dopo aver chiuso la prima parte in parità (12-12).

Un primo tempo di gran livello, buoni ritmi e combattuto punto a punto. Nessuna delle due formazioni è riuscita nei primi trenta minuti a distanziare l’avversario.

Di altro tono la ripresa, Oderzo subito in spolvero con due reti di Gherlenda e una di Romeo e di Duran si porta sul +3 (16-13). Brixen risponde con la sua capitana Durnwalder ma è ancora una volta Duran a portare l’Oderzo sul +3 (17-14) al 36°.

E’ il momento della svolta, il Brixen pone la marcatura sulla Duran e le compagne perdono il fidato riferimento. Le altoatesine infilano un parziale di 6 a zero, che taglia le gambe alle giocatrici di casa che tornano in rete solo al 53° minuto, 18-21.

Il margine del +3 è sufficiente al Brixen di portare a casa vittoria e la piazza del terzo posto della manifestazione. Nei 7 minuti rimanenti, le giocatrici opitergine hanno più volte l’occasione per raddrizzare le sorti dell’incontro ma incorrono in banali errori, numerosi tiri respinti dal portiere del Brixen che quest’oggi ha avuto un ruolo fondamentale nella vittoria.

Oderzo Mechanic System – Brixen 22 – 25 (p.t. 12 – 12)

Oderzo Mechanic System: Carrer, Lorenzon, Gherlenda 3, Di Pietro 2, Soldera, Meneggin, Romeo 7, Pizzutto, Duran 6, Lolli, Noris, Bezanovic 1, Traini, Vitobello, Pugliese 3, Rauli
Allenatore: Andreasic

Brixen: Gruber, Federspiele 1, Durnwalder C., Rier 1, Eder 2, Durnwalder S. 2, Shatzer 5, Abfalterer 4, Hilber 2, Habicher, Rossignoli, Lutterotti, Vegni, Babbo 5
Allenatore: Nossing
 

 

Altri Eventi nella categoria Altri sport

Igor Cassina oggi (foto di Gabriele Tome)
Igor Cassina oggi (foto di Gabriele Tome)

Altri sport

L’ex ginnasta, oro ad Atene 2004 nella sbarra, sarà al via del classico appuntamento che il 25 aprile si snoderà sui sentieri tra Cornuda e Asolo

Due Rocche, al via anche Igor Cassina

CORNUDA - “Guardatelo bene. Ha un aspetto umano, ma è un punto esclamativo pervaso d’energia, venuto dallo spazio. Si chiama Igor Cassina, signori. Si chiama Igor Cassina. E non ce n’è per nessuno”.

Altri sport

La gara di stasera, ultima della stagione regolare, si è conclusa 3-2 per gli ospiti

Came ko in casa contro Napoli

CASIER - Came sconfitta nell’ultima giornata di campionato contro il Napoli; il risultato non cambia la classifica dei biancoblu che, complice la contestuale sconfitta del Maritime concludono la regular season al settimo posto e al primo turno dei Playoff Scudetto troveranno il Pesaro di mister...

Altri sport

Inizia il conto alla rovescia per l’atteso appuntamento del 25 aprile. Francesca Canepa e Silvia Rampazzo saranno le stelle di un cast di atleti di altissimo livello, che comprende anche gli azzurri Zanchi, Geronazzo, Pintarelli e Bianchi

Due Rocche verso i 4.000 iscritti

CORNUDA - Duerocche, inizia il conto alla rovescia. Ad una settimana esatta dal 25 aprile, la grande classica dedicata a corsa e nordic walking in ambiente naturale è avviata a raggiungere i 4000 iscritti.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×