19/08/2018sereno con veli

20/08/2018sereno

21/08/2018quasi sereno

19 agosto 2018

Montebelluna

Ottocento studenti in piazza a Montebelluna

Hanno aderito alla manifestazione nazionale “Scuola e Università sono in rosso”

commenti |

MONTEBELLUNA Ieri, 17 novembre, giornata internazionale degli studenti, circa 800 studenti si sono riuniti a Montebelluna, aderendo alla manifestazione nazionale “Scuola e Università sono in Rosso”, promossa dalle associazioni studentesche Rete degli Studenti Medi e UDU - Unione degli Universitari. 

Obiettivo della mobilitazione è quello di riportare gli investimenti sull’istruzione all’attenzione della politica nazionale, evidenziando i risvolti che una manovra espansiva di questo tipo potrebbe avere sull’economia dell’intero paese, ma soprattutto sulla qualità stessa dell’istruzione fornita agli studenti. Il corteo di Montebelluna, iniziato alle 8 di ieri mattina, si è fermato nella piazza e si è concluso con un’assemblea aperta al pubblico.

Dalla piazza è emerso che presso l'istituto Maffioli c’è ancora molta incertezza sulla sede: tuttora le lezioni si tengono provvisoriamente in parte all’ultimo piano del liceo Levi, in parte invece in container adibiti ad aule. E mentre le soluzioni tardano ad arrivare, il futuro degli studenti dell’alberghiero è sempre più precario.

 

Viste le problematiche sorte all’interno dell’assemblea, la Rete degli Studenti Medi ha subito portato avanti alcune proposte: “Come Rete degli Studenti, ci impegneremo fin da subito per garantire i diritti base e un’alternanza veramente formativa per tutti gli studenti insistendo sull'approvazione del nostro statuto dello studente in alternanza”, dichiara Emilio Matteo D’Adda, Coordinatore della Rete Studenti Medi di Montebelluna. “Inoltre – ha detto ancora - avanzeremo la proposta di creare una commissione paritetica composta da studenti per meglio affrontare il tema”.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×