22/09/2017quasi sereno

23/09/2017parz nuvoloso

24/09/2017rovesci e schiarite

22 settembre 2017

Treviso

Ordinanza anti-alcol:"Un lavoro sinergico per contrastare il degrado dei giardini S. Andrea"

Il vicesindaco Grigoletto incontra il direttore del supermercato Pam

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - Il vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto ha incontrato già nella giornata di venerdì il direttore del supermercato Pam, filiale di via Zorzetto, Massimo Spresian per discutere la nuova ordinanza, firmata giovedì dal sindaco Giovanni Manildo, che vieta al supermercato di vendere alcolici dalle 14.30 fino alla chiusura. La misura voluta dal primo cittadino, rientra nelle azioni del pacchetto approvato dal comitato ordine e sicurezza indetto dal Prefetto, di contrasto al degrado dei giardinetti Sant’Andrea, e per limitare la vendita di bottiglie di alcolici a quei balordi che vanno a rifornirsi al Pam per poi accamparsi al parco pubblico con il solo scopo di ubriacarsi. Dal confronto, come confermato dal direttore stesso, è emersa la volontà da parte di entrambi i soggetti, Comune e Pam, di lavorare in maniera sinergica per un miglioramento delle condizioni di vivibilità dell’area dei giardini di Sant’Andrea, obiettivo primario del provvedimento

“Il confronto è stato l’occasione per confermare l’impegno da parte sia del Comune che del supermercato Pam a lavorare per contrastare insieme fenomeni di degrado che vanno a svantaggio di tutti, cittadini, residenti e operatori economici – dichiara il vicesindaco e assessore alla sicurezza Roberto Grigoletto - Ho ribadito la disponibilità da parte dell’amministrazione comunale di verificare l’andamento e gli effetti dell’ordinanza che, lo ribadisco, è sperimentale e ha una durata di sei mesi. Ciò non toglie che nel frattempo la polizia locale se il fenomeno, facendo tutti i rilievi del caso, si stia spostando in altre realtà”.

“Da parte nostra la disponibilità a collaborare con il Comune di Treviso è piena – dichiara il direttore della della filiale Pam di via Zorzetto, Massimo Spresian –certo l’impegno richiestoci è notevole ma ci impegniamo a essere parte attiva in questo percorso di contrasto al degrado intrapreso dall’amministrazione comunale. L’assessore ci ha assicurato che la misura sarà intanto sperimentale e temporanea. Dunque dopo il periodo di prova ci ritroveremo per valutarne gli effetti da parte di entrambe le parti”.

Per Mario Conte,capogruppo della Lega Nord ai Trecento, l’ordinanza è solo “una fesseria”. “Vogliamo risolvere la questione? Serve una massiccia presenza di forze dell’ordine che sorvegli le aree, che faccia sgomberare i balordi e ponga in essere vere azioni di contrasto al piccolo spaccio che vede sempre più spesso protagonisti gli immigrati, oggi più che mai, per numero di sbandati e caratteristiche della criminalità, si rende necessario il supporto alle forze dell'ordine da parte dell'Esercito. Non serve una ordinanza cervellotica, occorre buon senso”.

“Pensare di sanare la situazione dell’area intorno al Pam di via Zorzetto - conclude Conte - impedendo al supermercato di vendere “solo” alcolici è una cosa talmente ridicola che può essere commentata solo con battute da osteria”.

 



Isabella Loschi

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

L'Italia vuole dare il visto umanitario ai profughi per potersi muovere in Europa. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.920

Anno XXXVI n° 16 / 14 settembre 2017

NO. AL CANSIGLIO PRIVATO

Ecologisti in sciopero della fame contro le delibere regionali. La vendita dell’ex hotel San Marco, a loro giudizio, potrebbe de-statalizzare l’altopiano e la foresta. Un pericolo, per il territorio. E per la gente

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×