23 luglio 2019

Montebelluna

Operaio muore sul lavoro: “È il terzo in cinque anni nella stessa azienda”

La Cisl sul caso dell’Agrifung: “Va intrapresa strada della prevenzione

commenti |

incidente

TREVIGNANO - La Cisl di Belluno Treviso, intervenendo oggi sul caso del decesso in un luogo di lavoro avvenuto questa mattina alla Agrifung, di Trevignano, evidenzia come la morte di Renzo Donà rappresenti "il terzo caso di un lavoratore che, negli ultimi cinque anni, ha perso la vita nella stessa azienda", un'impresa con una quarantina di dipendenti che produce terriccio per la funghicoltura.

 

Nel 2016, con modalità analoghe, ricorda ancora il sindacato, era morto un operaio 52enne del Marocco, Mustafa Farissi. Nell'aprile del 2014 Alessandro Marchesin, 54enne di Trevignano, rimase impigliato con un braccio nel nastro trasportatore e trascinato nei rulli che lo straziarono. In Veneto, viene poi sottolineato, questo è il dodicesimo infortunio mortale occorso per cause di lavoro dall'inizio dell'anno e il secondo in provincia di Treviso.

 

"Il protocollo d'intesa firmato a fine marzo in prefettura a Treviso da istituzioni, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali e ordini professionali - evidenzia Cinzia Bonan, segretaria generale di Cisl Belluno Treviso - indica con precisione la strada da intraprendere, che è quella della prevenzione, con campagne di informazione sui rischi professionali e di sensibilizzazione alla cultura della sicurezza e alla percezione del rischio".

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×