21 agosto 2019

Nord-Est

Operaio 19enne muore schiacciato da 700 Kg di cemento davanti al padre e al fratello

commenti |

Tragedia sul lavoro questa mattina nell’area di Fincantieri a Monfalcone. Un operaio di 19 anni, Matteo Smoilis, di Staranzano (Gorizia) è morto schiacciato da un blocco di cemento di circa 700 chili. L’incidente si è verificato intorno alle 9.15. Il ragazzo è stato subito soccorso ed elitrasportato all’ospedale Cattinara di Trieste. Ma inutili sono stati i tentativi di rianimarlo: per Matteo non c’è stato nulla da fare.

 

Stando a quanto riporta il Messaggero Veneto, ad assistere alla tragedia sarebbero stati il padre e il fratello della vittima, titolare e operaio dell’azienda esterna per cui stavano lavorando i tre. Sarebbero stati proprio i familiari a soccorrere per primi Matteo e a lanciare l’allarme.

 

Sulle dinamiche dell’incidente si sta facendo chiarezza: pare che il blocco di cemento si sia staccato da una gru, per cause ancora non chiare. Gli operai, in segno di protesta, hanno attivato un presidio e sospeso il lavoro.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×