26/09/2018sereno con veli

27/09/2018sereno

28/09/2018sereno

26 settembre 2018

Altri sport

Oltre 330 gli iscritti a La Centenaria di domenica a Pederobba

Tra il trevigiano e il bellunese Trail del Fronte di 38 km, corsa di 12 km e Avis Run di 7 km

Altri sport

la Centenaria va in scena domenica 16 settembre

PEDEROBBA - Sale l’attesa per La Centenaria, la corsa che porterà a correre sui luoghi della Grande Guerra gli appassionati del trail, gli amanti della corsa, gli habitué delle camminate domenicali e coloro che praticano il nordic walking.

Già in tanti, oltre 300, hanno dato la loro adesione per l’evento di domenica 16 settembre.

La partenza è prevista a Covolo di Pederobba, presso la sede della 22esima Festa del Fagiolo Borlotto Nano di Levada organizzata dalla Pro Loco di Covolo partner dell’evento organizzato dai comuni di Pederobba e Valdobbiadene, nel trevigiano, e Alano di Piave, nel bellunese, con la regia tecnica di Maratona di Treviso. Tra le distanze proposte, il Trail del Fronte di 38 chilometri, il Cross Country di 12 chilometri e l’Avis Run di 7 chilometri.

Coloro che affronteranno il trail (con partenza alle ore 8), oltre 120 atleti, correranno, di fatto, sui luoghi nei quali si è scritta la storia della Prima Guerra Mondiale. Il percorso toccherà luoghi simbolo della guerra come la Montagnola di Valdobbiadene con le sue trincee, l'ultimo comando austro-ungarico di Casa Naranzine sulla sommità del Monfenera, una mulattiera presente solo sulle carte militari e riportata alla luce proprio per la gara, un ricovero ospedaliero scavato nella roccia, il Sacrario Francese di Pederobba e altro ancora.

Per i finisher, la medaglia dedicata al capitano Arduino Polla, plurimedagliato militare del Corpo degli Alpini che compì gesta eroiche proprio sul Monfenera tanto da meritare, ancora vivente, la medaglia d’oro al valor militare. Per tutti un pacco gara a km zero, con, oltre alla t-shirt tecnica dell’evento e all’energetico tonificante Icarus di Kiron, una bottiglia di Prosecco, una confezione di crema di marroni della Proloco di Pederobba, una confezione di fagioli secchi borlotto nano di Levada, borsetta e portachiavi 32 Via dei Birrai.

Alle 10 toccherà poi ai partecipanti al Cross Country di 12 km (per i primi 200 iscritti al un buono di una settimana presso il Fitness Center GAIA di Montebelluna) e all’Avis Run (per i primi 200 iscritti la maglietta celebrativa), corsa che unirà aspetti sportivi, storico-culturali e solidali.

Nel percorso più breve di 7 km, grazie alla collaborazione con gli Amici del Museo della Grande Guerra di Alano di Piave, saranno infatti presenti dei "punti storia", nei quali i partecipanti potranno ascoltare dalla viva voce degli esperti fatti e curiosità accadute sul fronte del Piave durante la Prima Guerra Mondiale. Sarà inoltre presente, per tutta la giornata, con lo scopo di sensibilizzare alla donazione di sangue, un’auto ematica, grazie all’impegno di 14 Avis locali e il patrocinio dell’associazione provinciale.

A fine manifestazione, pasta party finale offerto dalla Pro Loco di Covolo di Piave presso la 22a Festa del Fagiolo borlotto Nano Levada che fungerà da sede logista di partenza e arrivo per tutte le corse.

 

Altri Eventi nella categoria Altri sport

Altri sport

Si è disputata a Rimini la finale Nazionale del Trofeo CONI Kinder+Sport 2018

Castelfranco protagonista in Romagna

CASTELFRANCO - A partire da venerdì 20 settembre con la cerimonia inaugurale, si da inizio al Trofeo multisport organizzato dal CONI.

Villorba Corse
Villorba Corse

Altri sport

Il Team Principal Amadio: "Soddisfatti perché abbiamo dimostrato di essere competitivi e abbiamo compiuto uno step in avanti rispetto a Silverstone"

Motori / Villorba sugli scudi nel diluvio di Spa

SPA FRANCOCHAMPS (BELGIO) - Cetilar Villorba Corse è stata grande protagonista alla 4 Ore di Spa, quinto e penultimo round dell’European Le Mans Series.
 

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.942

Anno XXXVII n° 16 / 13 settembre 2018

NATI E ABBANDONATI

Abbandonare gli animali, in Italia, è un reato. Eppure qualcuno ogni giorno lo fa. La storia di Mister Frog e di chi si prende cura di lui e altri mille cani e gatti rimasti senza famiglia

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×