18 settembre 2019

Montebelluna

NUOVI TERRENI EDIFICABILI, SCATTA L’ICI MAGGIORATA

Il Comune invia la documentazione a casa dei 1.300 proprietari interessati

| commenti |

| commenti |

MONTEBELLUNA – Ici maggiorata per i terreni agricoli trasformati in edificabili con la variante al Prg di agosto 2009. Ora il Comune sta informando i proprietari: l’imposta più alta è dovuta da agosto dello scorso anno, da quando è entrata in vigore la variante. I contribuenti dovranno effettuare un versamento integrativo, senza sanzioni ed interessi, per l’anno 2009 ed adeguare i versamenti per il 2010 al nuovo valore.

Al fine di rendere meno faticose le valutazioni da parte dei contribuenti, l’Amministrazione Comunale ha ritenuto di allegare alle lettere una tabella, recentemente approvata dalla Giunta, con i valori venali in comune commercio per detti beni, ossia i valori oggetto delle transazioni immobiliari per l’anno in corso.

Dalla guida ogni contribuente può valutare qual è il valore più corretto per la propria area edificabile. L’Amministrazione Comunale informa, comunque, che i dati non sono vincolanti e che ognuno può attribuire autonomamente il valore al proprio terreno motivando lo scostamento.

Oltre a questo, il Comune di Montebelluna desidera infine ricordare ai cittadini che, dal 1° gennaio 2010, la Legge Finanziaria ha previsto, per chi possiede un terreno agricolo divenuto edificabile ed intende procedere ad una futura vendita, la possibilità di rivalutare il valore dei terreni per risparmiare l’IRPEF sulla plusvalenza. Attenzione però che, la perizia, a tal fine necessaria, deve essere fatta entro il 31 ottobre 2010 e, sempre entro tale data, deve essere effettuato il pagamento dell’imposta sostitutiva. È ovvio che il valore periziato avrà effetti anche per l’ICI, qualora sia stato dichiarato un valore diverso.

"E' passata la logica per la quale, sui terreni oggetto della rivalutazione, l’Amministrazione non impone valori predefiniti, lasciando al cittadino la libertà di motivarne uno diverso. E non poteva essere diversamente – afferma l'assessore Claudio De Nadai – abbiamo circa 1.300 proprietari interessati, e la norma coinvolge 2.500 mappali. Sarebbe stato assurdo e vessatorio, anche se legittimamente applicato da molte Amministrazioni, imporre il valore a cui adeguarsi nel cambio di destinazione d’uso, e con un’incessante crisi immobiliare che rende obsoleti i precedenti valori, al ribasso, quasi ogni giorno".

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×