23/01/2019nevischio

24/01/2019parz nuvoloso

25/01/2019quasi sereno

23 gennaio 2019

Rugby

"NONNO" SAVIO HA DETTO STOP

Si conclude la carriera del 36enne di Stefano Saviozzi

Rugby

MOGLIANO - Quella di sabato contro l’Aquila è l’ultima partita casalinga del Campionato d’Eccellenza 2010/2011. Ma non solo.

E’ anche l’ultima partita casalinga che vedrà scendere in campo Stefano Saviozzi che a 36 anni ha deciso di smettere di giocare.

La carriera sportiva di Stefano è di quelle per le quali i commenti sono superflui : esordio con il Livorno, poi alla Benetton Treviso, squadra con la quale vince due titoli di campione d’Italia e disputa varie stagioni di Heineken Cup; in Nazionale esordisce nel 1998 e un anno dopo partecipa alla Coppa del Mondo di rugby in Galles.

Al Parma dal 2001 al 2003, poi al Leonessa di Brescia e al Viadana.

Infine dal 2005 con noi qui a Mogliano. L’unico commento che ci pare possibile è quello di dire che se è vero che il rugby è disciplina, coraggio, amicizia, generosità, sacrificio, altruismo, rispetto per i compagni, per gli avversari e per le regole; se è vero che il rugby è uno sport dove prevale il gruppo rispetto al divismo del singolo; se è vero che il rugby è permeato di quella correttezza e di quel rispetto che lo rendono unico; ebbene Stefano è il rugby in tutti i suoi aspetti migliori.

Comunque per una splendida carriera che volge al termine fortunatamente un’altra che sarà sicuramente altrettanto splendida ha inizio, infatti Stefano entrerà a far parte dello staff tecnico-dirigenziale del Mogliano Rugby.

Obiettivo L'Aquila

Nel frattempo penultima partita di questo campionato per quanto riguarda sia il Mogliano che L'Aquila. Formazioni che ormai non hanno più nulla da chiedere alla classifica se non un piazzamento di maggior prestigio. E' quello che cercherà di conquistare Casellato insieme ai suoi ragazzi partendo dalla sfida di sabato 23 per poi chiudere possibilmente in bellezza il 30 di Aprile contro la Lazio.

Il sesto posto è ancora alla portata e sarebbe un premio di consolazione notevole e meritato per una squadra che a parte qualche piccolo black-out ha sempre espresso del bel rugby spumeggiante sia contro le "grandi" che contro le squadre di pari livello. Arriva L'Aquila, dopo essersi salvata matematicamente nella giornata appena trascorsa, con la voglia di ben figurare e magari di vendicare la sconfitta subita all'andata in casa propria.

Mark Burman verrà tenuto precauzionalmente a riposo anche per quest'incontro, mentre finalmente dopo tanti mesi di speranze, delusioni e continui rinvii sembra essere giunto il momento per il ritorno al rugby giocato di Gareth Arlidge. Il suo brutto infortunio all'avambraccio risale ancora alla partita di andata contro Prato e non gli ha permesso di dare il proprio contributo per il resto della stagione. Ora sembra tutto a posto e noi tutti gli auguriamo un grosso in bocca al lupo, quasi certa la sua presenza in panchina. Anche il forte trequarti centro Enrico Ceccato assente contro il Petrarca, scalpita dalla voglia di rientrare, ma questo si saprà solo al termine dell'ultima rifinitura.

Inoltre questo giovedi un "grande nonno" del Rugby Italiano per longevità, professionalità e prestazioni ha comunicato allo spogliatoio una decisione maturata piano, piano e alla fine presa definitivamente. Tra qualche lacrimuccia di commozione e la consegna di una maglietta significativa a tutti gli amici della squadra, Stefano Saviozzi ha deciso di lasciare il rugby giocato. Questa di sabato sarà quindi la sua penultima convocazione nel campionato di eccellenza. Per finire un'altra ultim'ora, a nome di tutta la Società aprofittiamo per dare il Benvenuto al piccolo Pietro. Infatti altro commovente e felice evento è la nascita del figlio di "Dado" Edoardo Candiago. A lui e alla moglie vanno i nostri  più sentiti complimenti.
 
 
 
Per il momento la probabile formazione è la seguente:
15 Candiago V.; 14 Sartoretto; 13 Gerotto; 12 Patrizio; 11 Fadalti; 10 Naude; 9 Lucchese; 8 Stanfill; 7 Candiago E.; 6 Orlando; 5 Minello; 4 Pavanello(Cap.); 3 Ceneda; 2 Corbanese; 1 Ceccato.
 
a disposizione:
16 Nieuwoudt.; 17 Sammons; 18 Meggetto; 19 Borghetto; 20 Zappalorto; 21 Arlidge; 22 Saviozzi; 23 Preo.
 
 
Ufficio Stampa Rugby Mogliano

 

Altri Eventi nella categoria Rugby

Toa Halafihi
Toa Halafihi

Rugby

Le sensazioni dell'ultimo arrivato in casa biancoverde: "Il segreto del club? La professionalità"

Toa Halafi: "Treviso simile alla Nuova Zelanda"

TREVISO - Ecco l’ultimo arrivato in casa biancoverde, Toa Halafihi marito e padre di due piccole bambine.

da sinistra Luca Guglielmin, Egidio Barbon e Alessandro Pietrobon
da sinistra Luca Guglielmin, Egidio Barbon e Alessandro Pietrobon

Rugby

Il progetto, redatto dal Comune di Villorba, prevede principalmente la realizzazione di due campi ausiliari di rugby destinati a campi di allenamento

A Villorba in arrivo due campi da rugby nuovi di zecca

VILLORBA – A Villorba in arrivo due campi da rugby nuovi di zecca.

Treviso out in Challenge Cup
Treviso out in Challenge Cup

Rugby

Dopo la vittoria di ieri a Grenoble, il Benetton era spettatore interessato di Bordeaux-Connacht. Vincono gli ospiti, che si qualificano ai playoff a spese proprio dei biancoverdi

Connacht vince allo scadere e Treviso saluta la Coppa

TREVISO - Niente da fare per Treviso che non si qualifica per la fase dei playoff di Challenge Cup.

Commenta questo articolo


Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×