16 settembre 2019

Conegliano

"NON SONO UBRIACO. VADO A ZIG ZAG PERCHE' C'E' NEVE"

E.Z. si oppone alla condanna per guida in stato di ebrezza

commenti |

SAN FIOR - I Carabinieri lo vedono zigzagare a bordo della sua auto e lo fermano, sottoponendolo ad alcoltest che dà esito positivo. Lui, però, si difende: “Avevo bevuto solo un paio di bicchieri di vino. Andavo a zig zag perché c'era neve sulla strada”.

È iniziato oggi lunedì con l'audizione dei primi testimoni, in Tribunale a Conegliano, il dibattimento che vede il sanfiorese E. Z. opporsi a un decreto penale emesso nei suoi confronti per guida in stato di ebbrezza. Il giudice per le indagini preliminari di Treviso gli ha inflitto un'ammenda in base a quanto riferito dai Carabinieri del nucleo radiomobile, che intorno alle 23.30 del 29 gennaio 2010 videro davanti a loro un'auto che procedeva con andatura incerta. Dopo averlo fermato, i militari sottoposero E. Z. a test alcolimetrico, che avrebbe certificato un tasso di alcol nel sangue pari a circa il triplo del limite consentito dalla legge. Oggi, davanti al giudice monocratico Piera De Stefani, il carabiniere che eseguì il test ha confermato la correttezza del suo operato, aggiungendo che il sanfiorese aveva un alito vinoso e non si reggeva in piedi con sufficiente stabilità.

È toccato all'imputato, nonché oppositore del decreto penale, dare poi la propria versione dei fatti: “Quella sera andai a cena con una dozzina di persone a San Vendemiano. Mangiai una bistecca con l'insalata e consumai due bicchieri di vino oltre ad acqua e caffè. Quando uscii, sulle strade c'erano quasi 5 centimetri di neve. È per questo che procedevo a zig zag: per sicurezza volevo seguire le scie delle auto che mi precedevano. E non è vero che non mi reggevo in piedi al momento del controllo”.

Per sentire altri testimoni in lista, il giudice De Stefani ha rinviato il procedimento all'udienza del 28 gennaio 2013.

Luca Anzanello

Tribunale di Conegliano

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×