21 ottobre 2019

Vittorio Veneto

MENSE SCOLASTICHE A KM 0

L'assessore Caldart: "il servizio è apprezzato dai genitori"

| commenti |

| commenti |

Vittorio Veneto. Sono stati 148 mila i pasti serviti alle mense scolastiche delle scuole per l’infanzia e primarie pubbliche nell’anno scolastico appena concluso. Un numero cresciuto negli anni in modo costante che indica come il servizio sia ormai necessario e nello stesso tempo giudicato positivamente.

“Sta a significare che la qualità è nettamente migliorata – spiega l’assessore alle Politiche scolastiche Antonella Caldart – come confermato dalle schede restituite dai “genitori assaggiatori” degli alunni: il progetto alimentazione che prevedeva questa collaborazione è stato apprezzato e sta dando risultati positivi, e ci ha permesso in generale di migliorare il servizio.

Senza contare che in realtà il prezzo a carico delle stesse famiglie per i loro bambini è rimasto invariato fin dal 2002. Si pagano 3 euro per le scuole per l’infanzia e 3.10 per le scuole primarie, a fronte degli aumenti a carico dell’Amministrazione comunale che sono stati ogni anno costanti, almeno secondo l’indice Istat”.

Nel nuovo appalto che è stato approvato dalla giunta nei giorni scorsi la novità è rappresentata dalla richiesta specifica di prevedere una parte considerevole di forniture a "km 0", soprattutto per quanto riguarda la frutta e la verdura. E a proposito di questo, sempre dalle schede di valutazione dei genitori “assaggiatori”, è stata avanzata la richiesta in particolare che sia più frequente proprio la presenza di verdura nel menù.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×