11/12/2018sereno

12/12/2018sereno

13/12/2018variabile

11 dicembre 2018

Treviso

MANIFATTURIERO, LA PRODUZIONE RALLENTA

Industrie trevigiane in difficoltà nel primo trimestre 2008

| commenti |

| commenti |

Treviso – Industria manifatturiera trevigiana, la situazione è critica per quanto riguarda il mercato interno. La produzione rallenta, e a salvare le aziende trevigiane dalla crisi ci pensa solamente il mercato estero. A dirlo, sono i dati che emergono dal monitoraggio congiunturale del primo trimestre del 2008 sull’industria manifatturiera trevigiana effettuato dall’Ufficio studi della Camera di Commercio di Treviso.

Il campione preso in esame è di 214 imprese, sopra i 10 addetti, per un totale di 12.670 lavoratori. La produzione, rispetto ai primi tre mesi dell’anno passato, è in calo (-0,2%), ma mantiene ancora il segno positivo per il fatturato che cresce delll’1,4%. Il dato negativo è una faccenda tutta interna al Paese. A fronte di una situazione ormai strutturalmente critica per gli ordini dal mercato interno (-0,8% rispetto al 2007), tengono quelli dal mercato estero, con un +2% sia per la variazione tendenziale che per quella congiunturale.

Questo dato, ulteriormente analizzato, mostra da un lato una flessione degli ordinativi esteri per le imprese comprese tra i 10 e i 49 addetti: -3,2% su base tendenziale. Dall’altro rivela una buona perfomance delle medie imprese. Per loro gli ordinativi dall’estero crescono, su base annua, del +6,3%.

“Un miglioramento, lieve, ma non scontato, un ulteriore segnale che non siamo in presenza di avvitamento negativo del ciclo - spiega Federico Tessari, presidente della Camera di Commercio di Treviso -. Il fatto che le medie imprese registrino ancora buone perfomance, infatti, evidenzia come la situazione non stia peggiorando in modo unilaterale. La tenuta della domanda estera trova conferma anche nella variazione trimestrale del fatturato estero: +2,6%. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno continua a distinguersi ancora l’industria del mobile che a fronte di una variazione generale del fatturato estero del +0,4% consegue una crescita del +2,5%”.

Il settore del legno arredo, nella produzione e nel fatturato, conosce una variazione rispetto allo stesso trimestre 2007 pari, rispettivamente, al +2,1% e al +3,4%. Altro segnale importante è dato anche dalla variazione trimestrale della produzione per i macchinari: +1,5%. Crescono del 2,9% su base trimestrale i costi di produzione ed i prezzi di vendita, rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, del 2,1%.

Gli imprenditori, intanto, rimangono in attesa che qualcosa sblocchi il mercato interno. Non intendono procedere con un rialzo dei prezzi e sperano in una crescita per i prossimi mesi. “In Italia – sostiene Tessari - nel primo trimestre, la produzione nazionale accusa una flessione di -1,6%. Considerati gli scenari economici, sia a livello nazionale che internazionale, questi dati si possono considerare come segnali di tenuta del sistema trevigiano. Certo, rispetto agli altri trimestri il rallentamento del ciclo economico si manifesta anche a Treviso, ma con una convergenza degli indicatori verso la stazionarietà”.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×