14/12/2018quasi sereno

15/12/2018sereno con veli

16/12/2018velature diffuse

14 dicembre 2018

Treviso

BUS A ZERO EMISSIONI, TREVISO PARTNER DEL PROGETTO

Ibt Group è partner di una società controllata dal Comune di Brescia che ha realizzato in Italia i primi bus con innovativo motore ibrido a turbina

Laura Tuveri | commenti |

TREVISO - I primi autobus a zero emissioni, grazie all'innovativo motore ibrido a turbina, sono anche made in Treviso. I "Clean & Green" nascono da progetto che si avvale dalla collaborazione tra Ibt Group, azienda della Green Economy specializzata in sistemi di autoproduzione energetica e partner esclusivo per l’Italia di Capstone Turbine Corporation con sede a Treviso, e Omb International, società del Gruppo Brescia Mobilità controllata dal Comune di Brescia.

Il progetto si articola nella realizzazione di una flotta di autobus ecologici ibridi Zev, ovvero Zero Emission Vehicles, costruiti sfruttando l’innovativa tecnologia Capstone che sfrutta la tecnologia aeronautica e impiega come motore addizionale una microturbina cogenerativa a gas che ne fa gli autobus con le emissioni più basse in Italia.

Questa partnership rappresenta la prima realtà in Italia in possesso del know-how per produrre questi particolari autobus ibridi che sono dotati di un generatore di energia elettrica collegato ad una microturbina alimentata a metano, segnano un nuovo traguardo per il livello di emissioni più basso in Italia per questo tipo di trasporti e l'estrema silenziosità che li rendono i veicoli perfetti per la mobilità urbana.

Si tratta di un ambizioso progetto che va ad inserirsi in un più ampio piano strategico di Omb che, con il supporto dell’amministrazione comunale, intende promuovere un distretto industriale di innovazione produttiva volto a creare sistemi di mobilità sostenibile sempre più compatibili con le esigenze ambientali di cui il nostro Pianeta ha bisogno. L’azienda trevigiana si è dimostrata un partner significativo per portare avanti l’iniziatica come spiega Marco Medeghini, presidente di Omb.

“Abbiamo trovato in Capstone il partner ideale per la realizzazione di prodotti innovativi e tecnologicamente avanzati, insieme ad un approccio integrato all’ambiente; assi cardine sui quali investiamo quotidianamente per lo sviluppo concreto e sostenibile dei nostri servizi dedicati all’igiene urbana. Stiamo realizzando, infatti, autobus ibridi che ci consentiranno di acquisire esperienza e skills utili alla realizzazione futura di mezzi per l’igiene urbana sempre più efficienti a zero emissioni”.

Ora la flotta di autobus ibridi con tecnologia Capstone, che andrà ad affiancare e aggiornare gli otto metri già prodotti in passato da Ept, si arricchirà di nuovi modelli. L’obiettivo è di incrementare considerevolmente le unità annue prodotte destinate al mercato domestico e internazionale con particolare attenzione a Paesi quali Spagna, Emirati Arabi, Olanda, Cile, Gran Bretagna. Prove di durata ed efficienza di questa peculiare soluzione sono già in corso in Spagna con feedback altamente positivi.

"Le microturbine possono occupare uno spazio interessantissimo nell’ambito degli hybrid electric vehicles perché è possibile procedere alla ricarica del pacco batterie mentre l’autobus viaggia in modo che il mezzo non sia soggetto ad alcun limite di autonomia nell’ambito cittadino ed inoltre sono multi combustibile potendo funzionare sia con gasolio-GPL che metano. Ma soprattutto, queste macchine presentano livelli di emissione di inquinanti estremamente contenuti, ben al di sotto di quelli tipici dei motori a ciclo diesel, e manutenzioni ridottissime” ha commentato l’ing. Ilario Vigani, presidente dell’azienda trevigiana.

I nuovi autobus saranno presentati ufficialmente il novembre prossimo durante la Fiera Ecomondo di Rimini con l’obiettivo non solo di diffondere la tecnologia ibrida a turbina ad altri Comuni italiani ed esteri, ma anche di estenderla presto ad altri mezzi quali i veicoli per la raccolta rifiuti per rendere il nostro futuro sempre più Clean & Green. Ibt Group dal 2001 è partner esclusivo per l’Italia di Capstone Turbine Corporation, società high-tech leader e unico produttore al mondo di sistemi energetici con turbine a gas "oil-free".

Questa particolare tecnologia consente di ottenere impianti di cogenerazione per la produzione combinata di energia elettrica e termica che garantiscono bassa manutenzione, emissioni contenute e una sensibile riduzione dei consumi, anche oltre l’80%. Negli ultimi tre anni l’azienda trevigiana ha molto esteso il proprio interesse anche alle applicazioni della cogenerazione con microturbine alimentate da fonti rinnovabili: biogas, biodiesel e oli vegetali puri.

Fondata in California nel 1988 e quotata al Nasdaq, Capstone vanta al suo attivo oltre 100 brevetti registrati, più di 6.000 installazioni nel mondo e oltre 21.000.000 di ore di funzionamento. In 10 anni la flotta Capstone ha contribuito a ridurre le emissioni di CO2 per 500.000 tonnellate, risparmiare una quantità di energia pari a 750.000 barili di petrolio e produrre 700.000 MWh da fonti rinnovabili.

 



Laura Tuveri

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

13/01/2012

AUTOBUS CINESI, UNA SCELTA POCO FELICE

Andrea Zanoni, eurodeputato IdV, interviene sulla vicenda dell’acquisto di bus cinesi a gasolio da parte dell’Actt, criticando anche la scelta di non averli preferiti a metano

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×