18 agosto 2019

Treviso

Slurp! festa del gelato

A Conegliano la V edizione

admin | commenti |

immagine dell'autore


L'associazione senza scopo di lucro "E' Festa" con il patrocinio della Città di Conegliano, della Regione Veneto, della Provincia di Treviso, della Confartigianato di Conegliano, dell'Azienda ULSS7 e della Fiera di Longarone, organizzerà la quinta edizione della manifestazione "Festa del Gelato" che si svolgerà venerdi 18, sabato 19 e domenica 20 maggio a Conegliano in Viale Carducci. Giunta alla quinta edizione, la manifestazione del dolce freddo di fine settimana, si caratterizza per essere l'unica al mondo con un vero grande laboratorio di produzione in diretta di gelato fresco di alta qualità, grazie alle attrezzature di altissimo valore tecnologico
e alle materie prime impiegate nella realizzazione delle varie ricette. Non esiste limite alla fantasia dei gelatieri artigiani italiani che sono riusciti ad inventare ben 240 gusti di gelato. Ma, nonostante la vastissima scelta, gli italiani rimangono fedeli alle miscele classiche: crema, cioccolato, nocciola, fragola. I sapori più
innovativi e fantasiosi sono invece preferiti dagli stranieri. Alla Festa del Gelato ci si potrà deliziare il palato con gusti alla frutta come Limone, Fragola, Melone, Banana, Frutti di bosco, Pesca, Ace, The verde, Menta verde, Anguria, Maracuja; al latte come Crema, Variegato amarena, Stracciatella, Pinolo, Tiramisù, Zabaione, Nocciola, Pistacchio puro siciliano, Yogurt cremoso, Cappuccino, Variegato di crema nocciola, Bianco & Nero, Noce, Doppio bacio e non
mancheranno gusti più fantasiosi come Don Vito, Mister Nico, Cookies, Dolce latte, Crème brûlée, Whisky cream, Fior di latte con latte di
capra, Ricotta di capra, Robiola, Formaggio di capra pepato, Formaggio di capra con foglie di noci, Formaggio di capra ubriaco, Prosecco,
Miele, Grappa; inoltre per gli intolleranti al glutine (Celiaci), per intolleranti al latte, a basso  contenuto calorico e a base di soia.  Ma, al di là delle miscele più o meno fantasiose, rimane una certezza: quella del gelato artigiano italiano è una ricetta semplice e genuina: soltanto latte, uova, zucchero e frutta. Rigorosamente freschi, senza conservanti ed additivi artificiali, e lavorati secondo le tecniche tradizionali senza insufflazione d'aria. E Confartigianato, proprio per difendere questa ricetta dalle 'imitazioni', dalla contaminazione di sostanze a rischio (in particolare della presenza di OGM) e renderla immediatamente riconoscibile ai consumatori, rispetto al prodotto industriale, ha chiesto all'Unione Europea il riconoscimento del marchio europeo STG (Specialità Tradizionale Garantita).
______________________________________

 



foto dell'autore

admin
inserire qui una descrizione del giornalista

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×