15 novembre 2019

Vittorio Veneto

Nuova vita per l'ex Carnielli, ma è già polemica: "Vigileremo perché non ci siano conflitti di interesse sulla centralina sul Meschio"

L'affondo dei consiglieri dem Dus e Tonon

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - Il progetto di bonifica e recupero ancora non c’è, ma è già polemica sulla “nuova” area ex Carnielli. A gettare benzina sul fuoco sono il capogruppo Pd Marco Dus e il consigliere dem Roberto Tonon, che hanno accusato l’assessore Bruno Fasan di aver dato vita “ad un voltafaccia senza precedenti nella storia vittoriese”.

 

Un anno fa, quando venne approvata la delibera sull’ex Carnielli presentata dall’allora maggioranza Pd, Fasan aveva tirato in ballo cose come il “falso ideologico”, il “precedente clamoroso” e il “danno erariale”. “Oggi invece l’assessore è felice che sia arrivato il gruppo Alì”, riportano i consiglieri di minoranza, che per questo hanno accusato Fasan di aver cambiato “schieramento”, in merito al futuro dell’area.

 

“A me va benissimo tutto – ha replicato poi Fasan -, purché il sito venga sistemato e sia a disposizione della gente”. Ma al di là della polemica politica, gli esponenti Pd hanno sollevato un’altra questione: “Vigileremo perché tutto l’iter sia corretto e perché non emergano profili di conflitti di interesse, soprattutto sulla centralina del Fiume Meschio”.

 

Nel marzo del 2017 era stata presentata una richiesta per una centralina proprio nelle vicinanze dell’ex Carnielli. Oggi il sindaco Antonio Miatto ha messo in contatto i vertici di Alì con quelli di altre due società che possiedono aree a sud dell’ex Carnielli, una delle quali aveva presentato la richiesta per la centralina. “Dus non deve preoccuparsi – ha detto Fasan -, stiamo monitorando tutte le centraline sul Meschio. Non si deve preoccupare per una che non esiste ancora”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×