14 dicembre 2019

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, il monito di don Alessio: "Non basta fare il presepio per dirci cristiani"

Il presepio come simbolo della cultura occidentale non basta secondo il direttore de L'Azione

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Vittorio Veneto, il monito di don Alessio:

VITTORIO VENETO - “Non basta fare il presepio per dirci cristiani”. Interviene così, in una disputa che continua a tenere banco ogni fine anno, don Alessio Magoga, attraverso il suo editoriale comparso su L’Azione.

 

“Trovo fatalmente sterile l’ennesima diatriba, che si è aperta attorno al presepio, perché non è così difficile capire che c’è un modo di fare il presepio che va bene e uno che non è sufficiente”, scrive don Alessio.

 

L’approccio “corretto”, secondo il direttore del settimanale, è quello che coglie “l’intuizione originaria di san Francesco”, ovvero quella in cui si intuisce “qualcosa dello straordinario evento della nascita di Dio tra gli uomini”, e che “aiuta ad avvicinarsi a Gesù”. Il presepe come simbolo della cultura occidentale, invece, secondo don Alessio non è sufficiente.

 

“Se invece il presepio si impiglia tra i simboli della cultura e della tradizione occidentale, fosse anche quello più splendido dal punto di vista artistico, siamo a rischio di mancare il bersaglio – scrive -. Se si considera il presepio semplicemente come un “simbolo culturale”, il cristianesimo si muta in una “religione civile”.

 

Ciò potrà apparire già molto in tempi, come i nostri, segnati da una disaffezione generale per dei valori “comuni”, ma in realtà tale connubio sarebbe un abbraccio mortale”. Per dirsi autenticamente cristiani, sostiene il direttore, non basta fare il presepe: “bisogna coglierne l’anima e le conseguenze etiche che esso comporta”.

 

“Facciamo il presepio, allora, e il più possibile bello e intrigante, ma – per favore – non fermiamoci allo struggimento del “clima natalizio” o alla “magia del Natale”: andiamo piuttosto in profondità, riscoprendo l’anima e il profumo evangelico del presepio”, conclude don Alessio.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×