13 dicembre 2019

Vittorio Veneto

Ex Carnielli, il consiglio di quartiere pensa all'esposto in Procura

Lo annuncia l'ex presidente Giovanni Braido: "Nel caso nessuno si muova nei tempi giusti, stiamo valutando di farlo noi"

Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

Roberto Silvestrin | commenti |

Ex Carnielli, il consiglio di quartiere pensa all'esposto in Procura

VITTORIO VENETO - Torna l’ipotesi dell’esposto in Procura per la vicenda ex Carnielli. La volontà è emersa nel consiglio di quartiere di Centro, lunedì sera: “Nel caso nessuno si muova nei tempi giusti – dichiara l’ex presidente Giovanni Braido – stiamo valutando di farlo noi. Se non lo faranno altri, lo farà il consiglio di quartiere”.

 

Già nel maggio scorso erano state annunciate nel verbale della seduta “azioni forti al fine di costringere l’amministrazione comunale ad intervenire in modo più incisivo in merito all’avvio di una procedura di bonifica dell’area, facendo le dovute pressioni sugli organi e sulle autorità competenti”. Il consiglio vuole allegare all’esposto i documenti fatti "emergere" dal consigliere di Partecipare Vittorio, Matteo Saracino: si tratta della valutazione del degrado dell’eternit (fatta nel 2014) e del parere emesso dall’ufficio legale del comune (2015).

 

Nel primo si specificava che lo stato di conservazione della copertura in amianto è “pessimo”, e che il materiale andava rimosso “entro i successivi 12 mesi”, vale a dire entro il novembre del 2015. Nel secondo si affermava invece che “il curatore può diventare destinatario di provvedimenti amministrativi che impongano degli obblighi di intervento a tutela della salute pubblica, ivi compresi interventi di bonifica veri e propri”.

 

Lunedì sera il consiglio comunale ha approvato una nuova mozione sull’ex fabbrica, con la quale si dà incarico al sindaco Roberto Tonon di chiedere un incontro con il giudice fallimentare delegato, per capire le possibili procedure sulla bonifica del sito. Il consiglio di quartiere vuole invece accelerare: per arrivare quanto prima alla bonifica dell’amianto, e poi del cromo.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×