29/06/2017piovaschi e schiarite

30/06/2017parz nuvoloso

01/07/2017possibile temporale

29 giugno 2017

Treviso

No alla pena di morte

A Treviso docenti e studenti riflettono insieme

Pietro Panzarino - Vicedirettore | commenti |

TREVISO - Sabato 30 novembre al Duca degli Abruzzi, in occasione della giornata contro la pena di morte, don Edmondo Lanciarotta ha promosso un incontro straordinario, accolto dai docenti e studenti. Erano presenti 450 studenti nell' aula magna, che hanno seguito con attenzione la testimonianza, introdotta da Valerio, un esponente della Comunità di S. Egidio. Il pezzo forte è stato offerto da Bill Pelke, il presidente e cofondatore della ‘Journey of Hope…from violence to Healing’, associazione di parenti di vittime di omicidi che lottano contro la pena di morte.

 

Pelke è il nipote dell’anziana insegnante Ruth Pelke, che fu uccisa nel 1985 dall’allora quindicenne Paula Cooper, condannata poi alla sedia elettrica. Bill si è battuto perché la condanna non fosse eseguita e, insieme ad altri, ne ha ottenuto la commutazione della pena. Molte le domande e le richieste degli studenti, coinvolti dall'autorevole relatore americano.

 



foto dell'autore

Pietro Panzarino - Vicedirettore

Commenta questo articolo


Loading...
vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.916

Anno XXXVI n° 12 / Giovedì 22 giugno 2017

C'ERA UNA VOLTA VIA CAPRERA

Lo sceriffo Gentilini ce l’ha ancora nel cuore. Tanto da prendere carta e penna e scrivere al Quindicinale. Per far memoria di una strada che era “centro commerciale urbano”. Dove si trovava il cementista, lo zoccolaio, lo stradin, l’osteria col servizio di carrozze....

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×