21/06/2018possibile temporale

22/06/2018possibili piovaschi

23/06/2018quasi sereno

21 giugno 2018

Montebelluna

Montebelluna inserita nell'elenco dei distretti del commercio: al primo posto in provincia di Treviso

Riconosciuto il distretto del commercio dopo trasformazioni urbanistiche ed partnership che coinvolge 25 soggetti

commenti |

montebelluna veduta

MONTEBELLUNA - Al primo posto a livello provinciale, al quinto a livello regionale. È questo il risultato ottenuto da Montebelluna nell'elenco dei distretti del commercio approvata lo scorso 6 marzo dalla Regione Veneto per l'anno 2018. Con la delibera sono state approvate tutte le 58 proposte pervenute che hanno interessato complessivamente 111 amministrazioni comunali e hanno coinvolto in modo significativo le imprese del commercio e le organizzazioni delle categorie economiche maggiormente rappresentative in ambito regionale.

 

Per la proposta della cosiddetta “Città emporio” presentata lo scorso novembre per il riconoscimento dell'identità di distretto commerciale di Montebelluna sono stati attribuiti 48 punti, tanti quanti Venezia e Rovigo. Montebelluna si attesta così prima in Provincia, seguita da Treviso, Motta di Livenza, Oderzo, Conegliano e Castelfranco Veneto e quinta a livello regionale, dopo Asiago (58), Montagnana (55), Martellago (54) e Noventa Padovana (53).

 

“Le proposte approvate sono iscritte nell’elenco regionale dei distretti del commercio ed hanno validità triennale – viene spiegato in una nota del Comune di Montebelluna -. A partire dal 2019 le nuove proposte di individuazione dei distretti potranno essere presentate dai Comuni entro il mese di aprile di ciascun anno. Un proposta, quella di Montebelluna, che riconosce anche l'importanza ed il valore della rete messa in piedi tra più soggetti e che si è concretizzata nell'accordo di partenariato allargato composto da un ampio ventaglio di organizzazioni ed enti rappresentativi del mondo istituzionale, delle categorie economiche confluenti nel progetto, delle imprese commerciali e dei servizi operanti all’interno dell’area distrettuale, del mondo culturale, della proprietà immobiliare, del sistema formativo, oltre ad enti e società che operano per la promozione locale, turistica e fieristica”.

 

“E' una grande soddisfazione vedere che il lavoro di squadra condotto a Montebelluna con da un lato l'amministrazione comunale e dall'altro le associazioni di categoria, in primis l'Ascom, e le numerose associazioni culturali, ci porta ad essere riconosciuti come gli interpreti di uno dei più significativi distretti commerciali del Veneto - spiega il sindaco, Marzio Favero -. Attenzione! Parliamo non del commercio anonimo dei grandi centri commerciali, ma di quello umanizzato dei gestori tipici dei centri storici che sopportando le fatiche anche della crisi che si sta finalmente chiudendo, hanno saputo e voluto vivificare il centro storico di Montebelluna con la loro specifica identità”.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×