20/08/2018quasi sereno

21/08/2018sereno

22/08/2018quasi sereno

20 agosto 2018

Esteri

La Monsanto condannata a risarcire 290 milioni a un malato che usava erbicida

commenti |

La multinazionale di biotecnologie agrarie Monsanto dovrà risarcire con 290 milioni di dollari a un malato terminale di cancro.

Lo ha deciso un giudice di San Francisco accogliendo il ricorso dell'uomo che per lungo tempo ha usato un erbicida prodotto dall'azienda per motivi di lavoro.

Monsanto, che ricorrerà in appello, ritiene che la malattia si sia sviluppata indipendentemente dall'uso della sostanza.

 

Dal 2015 il glifosato e’ classificato come “probabile causa di cancro” dall’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), ma non dalle agenzie europee Efsa (Autorita’ europea di sicurezza degli alimenti) e Echa (Agenzia europea dei prodotti chimici).

 

Commenta questo articolo


Dossier

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×