21/02/2017coperto

22/02/2017nuvoloso

23/02/2017pioviggine

21 febbraio 2017

MALTEMPO: STRADE PROVINCIALI CHIUSE PER EMERGENZA

Numerosi gli smottamenti nella Marca

| commenti |

VITTORIO VENETO/VALDOBBIADENE/SAN PIETRO DI FELETTO/MONFUMO - A seguito del maltempo che ha caratterizzato tutto il fine settimana la Provincia di Treviso, oltre che a mobilitare uomini e mezzi, ha provveduto a chiudere alcune strade provinciali a rischio.

Continua l’emergenza, iniziata domenica 31 ottobre, sulla strada provinciale 151 “Pedemontana del Cansiglio” interrotta in due punti: all’altezza della località di Osigo e Borgo Luca per fenomeno franoso e a Rugolo e Montaner in Comune di Sarmede per il cedimento della pavimentazione stradale (di circa 1.20 m per gran parte della carreggiata). La strada è chiusa.

Chiuse, inoltre, la SP 152 “Dei Colli Settentrionali”. A Vittorio Veneto in località San Lorenzo si sono verificati 10 smottamenti franosi.

E anche la SP 23 “di Monfumo”, bloccata al traffico a seguito di una frana sulla sede stradale. Lungo la SP 36 “del Combai”, si transita in senso alternato. La località Guia (Valdobbiadene) è stata interessata da uno smottamento con dissesto stradale.

In fase di verifica e controllo la SP 37 “Antiga”: a Bagnolo di San Pietro di Feletto c’è stata una frana in sottostrada. Continuano, inoltre, i controlli dei vigili provinciali su tutta la Pedemontana, soprattutto lungo i ponti.

Gli uomini della Provincia di Treviso e i volontari della Protezioni Civile stanno inoltre lavorando lungo i fossi per ricreare le fossalazioni esistenti che sono state intasate dal fiume di fango e fogliame che in questi giorni si è formato.

Per qualsiasi segnalazione importante si invitano le persone a rivolgersi al 118. Ricordiamo la dotazione della Provincia di Treviso al 2010: Fuoristrada n. 56, motopompe n.55, elettropompe n.55, sacchi a terra n. 146.000, sacchi espandenti n.3000, argini mobili n.500 metri.

 

 



Commenta questo articolo



vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Otto casi di meningite nella provincia di Treviso. Sei preoccupato?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.907

Anno XXXVI n° 3 / 16 febbraio 2017

CARLO E COSETTA: UNA VITA CHE E' (QUASI) POESIA

Zarlatàn (de Zèneda) e (quasi) poeta. Carlo se la ride sotto i versi. Nonostante la...censura. Ha iniziato a scrivere versi per “salvarsi”. Ma anche perché, sin da bambino, provava una simpatia particolare per la poesia, che riusciva a imparare a memoria senza fatica. Col tempo, Carlo Piasentin ha fatto di un impulso giocoso una passione fondamentale. Eppure, in casa, ha sempre avuto un giudice severissimo: la moglie Cosetta. Che - ma questa è pura chiacchiera da salotto - lo ha sposato...per allegria

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×