24/05/2019parz nuvoloso

25/05/2019variabile

26/05/2019variabile

24 maggio 2019

Oderzo Motta

MACELLAZIONE ISLAMICA, L'APERTURA DI ODERZO

Il punto verrà discusso nelle prossime riunioni del consorzio dei sindaci

| commenti | (8) |

| commenti | (8) |

ODERZO – Lo aveva chiesto a gran voce il sindaco di Ponte di Piave Roberto Zanchetta: «La macellazione per i riti islamici è un problema, se non si effettua in luoghi igienicamente adatti.

Nell’opitergino c’è attivo il macello di Oderzo».

Da qui la richiesta di affrontare il problema durante la prossima riunione del Consorzio dei sindaci. Il regolamento del macello opitergino vieta la macellazione per rito religioso islamico.

Ma l’assessore opitergino Francesco Montagner non esclude che si possa cambiare il regolamento.

A condizione che la questione venga attentamente valutata da tutti i Comuni, dal settore veterinario dell'Usl 9 e dal gestore della struttura.

L’assessore infatti sottolinea come il macello di Oderzo può avere davvero un ruolo per tutto il comprensorio dei comuni.

Disponibile a valutare la questione anche il sindaco di Gorgo, Firmino Vettori, in qualità di presidente del consorzio dei sindaci. GR

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Commenta questo articolo


Bene, allora tutti possono macellare come vogliono.....
sappiamo tutti che la carne ottenuta da animali morti per svenamento è più buona.
Però ci sono leggi precise che tutelano gli animali e la macellazione deve essere fatta il più possibile senza causare sofferenze prolungate ed inutili !!!!!
Ma perchè noi dobbiamo sempre adattarci e gli altri che oltretutto vivono nel nostro paese NO!!

segnala commento inopportuno

Sono pienamente d'accordo con il tuo pensiero!! Non facciamo pazzie a dir poco riprovevoli!!

segnala commento inopportuno

Evidentemente se accettiamo questo tipo di macellazione (islamica)vuol dire che la "nostra" deve essere sbagliata in qualcosa. Questo mio dubbio è perché non sono un esperto in macelliazioni. Comunque visto che gli animalisti sono sicuramente sensibilissimi alla sofferenza di tutti gli animali, mi chiedo e vi chiedo: per caso hanno indetto qualche manifestazione da qualche parte ??

E già che ci siamo vi chiedo per cortesia di sottoscrivere la mia legge sulla poligamia. Questo perchè la mia unica moglie litiga sempre con me, e penso che se dovesse litigare anche con le altre tre mie mogli, a me toccherebbe solo un quarto delle sue arrabbiature. Mi sentire sicuramente meglio.
Grazie !!

segnala commento inopportuno

ad Umberto

in questa epoca storica risultiamo crollati nella decadenza di un nuovo medioevo.
Siamo troppo culturati, forbiti, inutili con i nostri dubbi amletici che ci hanno fatto perdere il treno

segnala commento inopportuno

museti
figadei
codeghin
sopressa
panzeta
saame
budel
budei
sgnec
gramoea
tant lardo
grass
sisoe
sgaret
copa
rece
....
sangue
.....
de Porzell

segnala commento inopportuno

vaderetro
mi hai fatto venire in mente mia madre che raccoglieva in una pentola fino all'ultimo goccio il sangue del maiale ucciso nel cortile di casa mia perché niente del porco doveva andare perso.
Sarebbe stato un vero sacrilegio per noi vederlo scorrere sul terreno.

segnala commento inopportuno

Buongiorno,
ho letto gli articoli apparsi sulla stampa e i vari commenti, ci sono alcune cose da sapere che nessuno ha detto.

1) La gestione del Macello Comunale di Oderzo è stata esternalizzata, quindi ogni attività è del privato con santa pace di quei Sindaci che vorrebero stravolgere le regole.
2) Noto che la Politica prima non ha fatto niente o poco per mantenere aperti i macelli Comunali e ora che l'unico in fuzione a gestione privata è quello di Oderzo, pretende di sovvertire le regole senza coinvolgere minimamente l'imprenditore.
3)La questione del rito non si pone, è una delle tante bufale che qualche politico tira fuori pee generare confusione, è necessario parlare con l'imprenditore e capire cosa fare, se si può fare e quali costi.
4)In realtà spersona che si presenta al macello con un Animale e i documenti in regola, esempio:tracciabilità dell'animale, attende fuori dal macello che il lavoro venga fatto, si riprende la sua bestia macellata, paga e se ne torna a casa non deve avere alcun timore qualsiasi sia la sua razza o religione.

Francesco Montagner
Assessore all'Agricoltura di Oderzo

segnala commento inopportuno

ma allora perchè il sindaco di Ponte di Piave Zanchetta ha sollevato questa nube atomica? quando le cose sono così semplificate e civili?
qualcuno me lo vuol spiegare?
se veramente il territorio dei nostri comuni è disseminato da carcasse di capre e pecore uccise col rito islamico a chi spetta il controllo perchè ciò non avvenga?

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×