23 ottobre 2019

Montebelluna

Luisa, la madre in una lettera: “Non cercarmi, avevo subito violenza”

La 29enne nata all’ospedale di Montebelluna si era appellata a “Chi l’ha visto?”

commenti |

commenti |

MONTEBELLUNAUna lettera anonima su un semplice foglio bianco sarebbe giunta ieri a Luisa Velluti, la parrucchiera di Falcade nata 29 anni fa all’ospedale di Montebelluna e adottata da piccolissima da una famiglia bellunese che cerca la sua madre naturale.

Una lettera, secondo quanto riporta oggi Il Gazzettino, che sarebbe stata scritta appunto da sua madre.

 

Nel suo scritto la donna risponde agli appelli di Luisa, fatti anche tramite la trasmissione “Chi l’ha visto?”, in cui chiede di conoscerla. Il motivo per cui non vorrebbe entrare in contatto con lei sarebbe collegato al fatto che la nascita di Luisa sarebbe dovuta ad una violenza subita da giovane.

 

Il quotidiano riporta qualche estratto della lettera. “Luisa, non ho scelto io di chiamarti così. Non ho nemmeno scelto di averti, per me sei solo la più dolorosa ferita che ho avuto a 18 anni, altro che madre naturale. Ero una ragazza, più giovane di quello che sei tu ora. Tutto sognavo e tutto potevo sperare, ma non certo la violenza che ho subito e di cui tu sei simbolo...”.

 

Una verità, ammesso che la lettera sia proprio di sua madre, molto amara per Luisa, che si chiede: “Ma io che colpa ne ho?”.

 

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×