22/05/2019possibile temporale

23/05/2019parz nuvoloso

24/05/2019variabile

22 maggio 2019

Vittorio Veneto

LITE AL PRONTO SOCCORSO: COLLEGHI SOLIDALI

La Uil sottolinea i turni massaccranti e lo stress al pronto soccorso

| commenti | (6) |

| commenti | (6) |

Vittorio Veneto - Arrivano molte voci di solidarietà dai medici a Lorenza Glorioso, la dottoressa dipendente dell'Ulss protagonista della furibonda rissa avvenuta al Pronto soccorso con la libero professionista Fortunata Ligato.

Difendono la Glorioso, che rischia il licenziamento, il 60% dei professionisti degli ospedali di Vittorio Veneto e Conegliano attraverso una lettera indirizzata al direttore generale. Per quanto riguarda Fortunata Ligato, quindici giorni prima della rissa la Uil aveva denunciato i suoi ripetuti ritardi.

Il vice segretario nazionale Uil-Medici Valerio De Belardini ha sottolineato come la situazione al Pronto Soccorso sia difficile e conflittuale a causa di stress, carichi di lavoro eccessivi e turni impossibili. In quattro anni, infatti, gli accessi sono raddoppiati, arrivando a 32mila nel 2008, e secondo il sindacato l'Ulss non avrebbe adottato soluzioni efficaci.

Per risolvere il problema delle urgenze da un paio di mesi è stato inserito un medico libero professionista con contratto a termine (per Vittorio Veneto era stata assunta Fortunata Ligato). Ma il sindacato ritiene che questo non sia sufficiente. 

 

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Però, mio caro amico, devi ammettere che oltre ad una grande preparazione professionale, di questi 2 personaggi in lotta, anche sul piano umano le nostre UNIVERSITA' non scherzano nella formazione di "dottoresse" di tal fatta.

segnala commento inopportuno

almeno i corsi di difesa personale servono!

segnala commento inopportuno

e quel 60% di colleghi che le difendono? speriamo che almeno questa volta i dirigenti dell'ulss abbiano il coraggio di mandarle a casa, sperando poi che qualche giudice del lavoro a cui si rivolgeranno tramite i sindacati(boni questi)non difendano sempre i diritti di questi lavoratori(se cosi' possiamo chiamarli). con tutto il rispetto e l'ammirazione per quei dipendenti (dottori ed infermieri) che fanno il loro dovere con tanta abnegazione,professionalità.(parlo per esperienza diretta)

segnala commento inopportuno

Se continuiamo a giustificare questi comportamenti non arriveremo da nessuna parte. Cerchiamo di essere professionisti.
Vergogna!

segnala commento inopportuno

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×