19/06/2019temporale e schiarite

20/06/2019quasi sereno

21/06/2019quasi sereno

19 giugno 2019

Esteri

Libia, 300 morti

commenti |

Trecento morti - tra cui 90 minori e 100 donne, 42 delle quali vittime di violenza sessuale - 1.700 feriti e più di 40mila sfollati, il 50% donne e il 25% minorenni. Sono i numeri resi noti dall'Amsi, Associazione medici stranieri in Italia, riferiti al periodo dal 4 aprile, giorno dell'inizio degli scontri in Libia, fino alle 13 di domenica, in base al bilancio fornito dai medici libici.

 

"Ci informano che nei prossimi giorni saranno operate 45 donne e minorenni da un chirurgo francese presso l'ospedale di Bengasi" riferisce il presidente dell'Amsi, Foad Aodi, che ringrazia Papa Francesco "per il suo appello a favore della popolazione e dei rifugiati in Libia e l’urgenza di corridoio sanitario e umanitario".

 

Intanto il governo libico di accordo nazionale respinge ogni appello per il cessate il fuoco a Tripoli a meno che le forze del generale Haftar non si ritirino e tornini a Rajma, nell'est del Paese. Lo afferma Muhannad Younis, portavoce del governo guidato da Fayez Serraj.

 

"Il governo sta monitorando da vicino gli appelli sospetti al cessate il fuoco lanciati da chi vuole colpire alle spalle l'esercito libico schierato al fronte", le parole del portavoce, come riferisce il quotidiano Libya Observer

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×