22 settembre 2019

Italia

Juventus campione d'Italia per la quinta volta consecutiva

commenti |

Il Napoli perde 1-0 a Roma e consegna nella mani della Juventus lo scudetto. I bianconeri possono così festeggiare il titolo numero 32, il quinto consecutivo, seduti comodamente sul divano. In realtà la squadra di Massimiliano Allegri festeggia a Vinovo. Il tecnico, infatti, ha cambiato i programmi originari, spostando il giorno di riposo a domani e convocando la squadra intera per questo pomeriggio nel centro sportivo bianconero con l'allenamento che ha avuto inizio alle 15, quindi esattamente al fischio d'inizio di Roma-Napoli. "Prima lavoriamo. Poi, casomai, festeggiamo", aveva detto l'allenatore, buon profeta in questo caso.

E' del resto la prima volta che lo scudetto ha una scenografia del genere. Anche due anni fa lo scudetto arrivò senza giocare, di sabato quando la Roma perse l'anticipo di Catania, ma nell'albergo di periferia dove la squadra passa la vigilia delle partite interne. Il primo scudetto del quinquennio fu vinto a Trieste, dove il Cagliari giocava le partite "in casa". Il secondo allo Stadium, contro il Palermo. Il terzo, nell'hotel di Leinì. Il quarto ancora a Torino, contro la Sampdoria.

I festeggiamenti del quinto titolo però saranno rimandati. Niente pullman scoperto o iniziative speciali della Juventus. La squadra dopo aver gioito a Vinovo non celebrerà il titolo in modo ufficiale. Tutto è rinviato al 15 maggio, data nella quale è fissata la consegna della coppa da parte del presidente di Lega Maurizio Beretta. Un rito al quale i tifosi della Juventus si sono ormai abituati e che segnerà l’inizio delle celebrazioni bianconere del quinto titolo consecutivo.


Un titolo quello di quest'anno che ha un sapore forse diverso vista l'impresa compiuta da Buffon e compagni. Una cavalcata pazzesca dopo un inizio di stagione disastroso. Dalle zone basse della classifica fino alla cima. Un'ascesa figlia di 24 vittorie nelle ultime 25 partite di campionato. Ovvero come nessun’altra squadra nei migliori cinque campionati d’Europa. Grazie ai gol di Mandzukic e Morata, ieri la 'Vecchia Signora' è riuscita ad espugnare anche il Franchi per 2-1, dove la vittoria mancava dal marzo 2012, sconfiggendo nella 35esima giornata di campionato una Fiorentina mai doma di misura, dopo sette gare interne di imbattibilità.


Mario Mandzukic, quattro gol nelle ultime cinque partite di campionato, ha trovato contro i viola a la sua 10a rete in Serie A. Ma i protagonisti di questo successo sono tanti, da Buffon a Dybala, da Morata a Mandzukic, da Pogba a Bonucci, passando per tutti gli altri, senza dimenticare Max Allegri che ottiene il suo secondo titolo consecutivo alla guida dei bianconeri e ora punta deciso verso la Champions.

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×