22 settembre 2019

Vittorio Veneto

Incendio distrugge la chiesa ortodossa di Montaner

La comunità cattolica mette a disposizione le sue strutture

Claudia Borsoi | commenti |

SARMEDE – Un incendio, divampato questa mattina - sabato - intorno alle 8,45, ha reso inagibile la chiesa ortodossa di Montaner di Sarmede. Le fiamme, partite da un vano dell’ala sinistra della struttura, hanno generato fumo e fuliggine che, con l’elevata temperatura raggiunta, hanno compromesso la chiesa e i suoi arredi, dipinti e ornamenti. Il sindaco di Sarmede, Eddi Canzian, ha emesso un’ordinanza di inagibilità della chiesa. «Lunedì sera si ritroverà il consiglio pastorale e decideremo se mettere a disposizione della comunità ortodossa il salone parrocchiale o la chiesa di Val» annuncia il parroco della comunità cattolica di Montaner, don Raffaele Baccega, che stamane ha informato anche il vescovo Corrado Pizziolo di quanto accaduto.

 

Erano circa le 8,45 quando alcune suore ortodosse impegnate nella pulizia della chiesa si sono accorte del fumo. «Hanno tentato di spegnere le fiamme, che avevano trovato facile presa su tovaglie e arredi, con degli estintori – spiega l’archimandrita Athenagoras Fasiolo – ma non è stato facile». «Ho visto del fumo – racconta un testimone – poi i vetri delle finestre sono esplosi e sono uscite le fiamme». In quel momento sono arrivati i vigili del fuoco da Vittorio Veneto, Conegliano, Pordenone, Gaiarine e Treviso che hanno domato l’incendio e messo in sicurezza la struttura.

Da appurare l’origine dell’incendio: o una causa accidentale, a originare il rogo potrebbe esser stata una candela, o un cortocircuito della centralina elettrica di alimentazione delle campane poste sopra all’ala sinistra della chiesa, là dove l’incendio si è innescato.

 

Domate le fiamme, intorno a mezzogiorno, una catena di fedeli si è messa al lavoro per recuperare dalla chiesa oggetti, quadri e paramenti sacri e metterli in salvo. Danni ingenti per la struttura: anneriti arredi e dipinti, rimane da capire se la chiesa potrà essere ristrutturata o se i danni legati all’alta temperatura registrata sono irreparabili.

 

Tanta la solidarietà tra i residenti di Montaner, cattolici e ortodossi, accorsi sul sagrato della chiesa, due comunità che hanno intrecciato ottimi rapporti.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×