26/06/2019sereno

27/06/2019sereno

28/06/2019quasi sereno

26 giugno 2019

Treviso

Impressionisti da record, oltre 330mila visitatori in sei mesi

Successo straordinario per la mostra di Goldin, "Treviso è tornata grande meta turistica"

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - Il penultimo giorno ha registrato oltre 5mila visitatori, sfiorando i 49mila ingressi in 15 giorni: dal 17 aprile al primo maggio, giorno di chiusura della mostra a Santa Caterina. Nei 180 giorni di apertura ha superato ogni obbiettivo la mostra Storie dell’Impressionismo, organizzata da Marco Goldin e Linea d’Ombra, che ha chiuso toccando quota 330.474 visitatori.

Per 10 settimane è stata di gran lunga la mostra più vista d’Italia
: “Treviso, con i suoi 83mila abitanti, ha superato metropoli come Milano e Roma con un distacco di circa 10mila biglietti dalla seconda i classifica. Un successo storico per una città così piccola”, sottolinea Marco Goldin. Gli Impressionisti si confermano ancor una volta garanzia di successo e volano economico per la città.

“Un bilancio straordinario - commenta soddisfatto il sindaco Giovanni Manildo - ho voluto con tutta l’amministrazione questa mostra che segna una crescita culturale per tutti, trevigiani e non, e un’esperienza fantastica per la città. Ringrazio Marco e Linea d’Ombra, il personale di mostra e musei per l’impegno e l’efficienza. Treviso torna alla ribalta nazionale e internazionale come meta culturale”.

L’ennesimo successo di pubblico, e i numeri pazzeschi però, non hanno fatto scordare al curatore d’arte la poca riconoscenza da parte di alcune associazioni di categoria: "In sei mesi sono stati zitti. Qualcuno si è lamentato di non avere visto gruppi: abbiamo avuto 50mila persone arrivate tramite gruppi. Forse qualcuno ha problemi di vista per non vedere in città 50mila persone arrivare con i pullman fuori porta San Tomaso e percorrere a piedi borgo Mazzini fino a Santa Caterina”.

Ad evidenziare il ritorno del “turista vero” in città, c’è Gianni Garatti, presidente del consorzio di promozione turistica MarcaTreviso: “Treviso è esplosa con il ritorno dei veri turisti. Ci sono stati hotel che hanno ospitato fino a 15-16 gruppi, e che hanno venduto 160-170 pacchetti”.

Ed ora si pensa già al futuro. Goldin a Treviso nel 2018 potrebbe tornare con una mostra più breve “di cento giorni”. “Vogliamo che la storia continui - assicura Giovanni Manildo - Dopo l’Adunata inizieremo i lavori nella sala ipogea e ala Foffano di Santa Caterina. Contiamo siano finiti per dicembre 2017. Poi puntiamo a ospitare una nuova mostra temporanea per la primavera del 2018”. E qui potrebbe tornare al lavoro Marco Goldin. “Ho presentato al sindaco già due progetti per la prossima stagione. Occorrerà però trovare sponsor anche per compensare il minor incasso di biglietti dato che la mostra avrà una durata limitata di circa tre mesi- sottolinea Goldin- Per riuscire si deve attivare il sistema aTreviso”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×