16/11/2018quasi sereno

17/11/2018sereno

18/11/2018parz nuvoloso

16 novembre 2018

Treviso

Imprenditore di Treviso scrive alle scuole:"Non mandateci più stagisti, ci fanno perdere tempo"

Il titolare della Lenzini Srl critica la preparazione che gli studenti ricevono e trova l'appoggio dell'assessore Donazzan

commenti |

TREVISO - Un imprenditore di Treviso ha inviato nelle scorse settimana una lettera a scuole superiori e associazioni di categoria perché non inviino più giovani per uno stage alla sua azienda: secondo Nisio Lenzini, titolare della Lenzini Srl, azienda di revisione e assistenza motori di Treviso “i giovani arrivano impreparati, così i tirocini diventano una perdita di tempo dell’azienda”.

L’imprenditore, ex presidente del Treviso Calcio, ha trovato l'appoggio dell'assessore regionale alla Scuola Elena Donazzan che ha criticato l'alternanza scuola-lavoro. "Trovo che le critiche - scrive Donazzan in una nota ufficiale - siano meritevoli di attenzione e di opportuna considerazione. L'alternanza scuola-lavoro è uno strumento importante per mettere in contatto l'istruzione sui banchi con il mondo del lavoro, ma non basta introdurre con legge un obbligo curricolare: l'istituto va seriamente rivisto, alla luce delle esigenze delle aziende e della preparazione degli studenti, nonché delle loro aspettative".

Ricordando che il Veneto è stata una delle prime regioni a sperimentare questo istituto prima che diventasse obbligo, l'assessore sottolinea i risultati raggiunti, "in particolare - precisa - nell'abbattimento della dispersione scolastica e nell'inserimento nel mondo del lavoro".

"Ancora troppe volte - puntualizza - mi trovo a rispondere di situazioni non isolate di forte critica, nei confronti non tanto dello strumento quanto della qualità della formazione. Credo che per migliorare ulteriormente i risultati veneti si debbano affrontare con attenzione i casi specifici. Chiederò alle scuole interessate di rispondere alle singole critiche in modo propositivo, perché ritengo che solo affrontando il problema caso per caso e con lo sguardo rivolto agli obiettivi da raggiungere, si possa migliorare il modo di collaborare di docenti, imprenditori e studenti".

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

In Edicola

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×