12 dicembre 2019

Vittorio Veneto

Ido Da Ros scrive al Presidente Mattarella di venire a Vittorio Veneto, lui risponde: “Verrò”

Una missiva rimasta segreta fino ad oggi, quando si è saputo che Mattarella sarà a Vittorio Veneto il prossimo 25 aprile

Claudia Borsoi | commenti |

Claudia Borsoi | commenti |

Ido Da Ros scrive al Presidente Mattarella di venire a Vittorio Veneto, lui risponde: “Verrò”

VITTORIO VENETO – Appreso che il 4 novembre il Presidente della Repubblica non sarebbe venuto a Vittorio Veneto, Ido Da Ros, scrittore e grande appassionato di storia locale, ha deciso di prendere carta e penna e di scrivere a Mattarella, anche per fargli presente che già un Mattarella era stato in città per le celebrazioni della fine della Grande Guerra.

 

E con sorpresa di Da Ros, dopo un mese nella buca della posta si è trovato una lettera scritta a mano dal Presidente della Repubblica. Una missiva rimasta segreta fino ad oggi, quando si è saputo che Mattarella sarà a Vittorio Veneto il prossimo 25 aprile.

 

«Nei primi giorni di ottobre, ho scritto a Mattarella. Come cittadino l’ho invitato a venire a Vittorio Veneto visto che il padre, Bernardo, aveva fatto visita alla nostra città in occasione delle celebrazioni del 4 novembre nel 1954, nel 1957 e nel 1962 nella veste di ministro. Alla lettera avevo allegato gli articoli dell’epoca». E il 20 novembre ecco la risposta del Presidente Sergio Mattarella su un foglio di carta intestata e scritta di getto a penna.

 

 

Parole che ora Da Ros ha voluto condividere con la città. “Gentile signore – scrive Mattarella a Da Ros – la ringrazio molto per la sua lettera del mese scorso e del cortesissimo invio delle copie de Il Gazzettino sulle presenze di mio padre per il 4 novembre negli anni Cinquanta e Sessanta: per me rappresentano un bel ricordo. Come avrà saputo, quest’anno ho ricordato quel Centenario a Trieste, insieme alla Festa delle Forze Armate. Verrò comunque – conclude – in altra occasione nella sua bella città. Con tanta cordialità. Mattarella”. La lettera è rimasta segreta fino ad oggi.

 

«Il presidente è stato di parola e chissà che il 25 aprile non possa stringergli la mano» conclude Ido Da Ros, felice come vittoriese di poter accogliere in città il Presidente.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×