06 dicembre 2019

Treviso

Gli scatti di Franco Vivian raccontano la Treviso più nascosta e poetica

Il libro “Treviso città gioiosa” sarà presentato giovedì 5 dicembre a palazzo Rinaldi

Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

Isabella Loschi | commenti |

Franco Vivian

TREVISO - Le vie d'impronta medievale, i palazzi della vecchia Treviso, le fontane e le piazze dei mercati. Una Treviso quasi nascosta, piena di fascino e poesia raccontata attraverso le immagini catturate dall’occhio e dalla sensibilità dell’artista Franco Vivian.

Il suo ultimo lavoro raccolto in un libro fotografico “Treviso città gioiosa”, edito da De Bastiani, le cui immagini sono accompagnate dai preziosi testi di Natalina Botter, sarà presentato giovedì 5 dicembre alle 18, nella sala Verde di palazzo Rinaldi, sede del comune di Treviso. Alla presentazione interverranno l’architetto Andrea Bellieni e lo scrittore Gian Domenico Mazzocato.

“Sfogliando il libro, il lettore potrà scoprire una città nuova, con aspetti che forse gli erano poco noti: una Treviso quasi nascosta, piena di fascino e di poesia. Si scoprono scorci poco conosciuti, cercati girovagando a lungo per la città”, spiega l’autore Vivian. “Un'attenzione particolare è rivolta ai corsi d'acqua dei canali, i cosiddetti Cagnani, che dividendosi dal fiume Botteniga, entrano nel centro storico passando sotto il terrapieno delle mura e gli archi del Ponte de Pria. Le acque lambiscono strette lingue di terra e passano sotto una miriade di ponti e ponticelli per sfociare infine nel fiume Sile, tanto da far apparire la città di Treviso come una "piccola Venezia" e meritandole il titolo di "città d'acque" che da sempre le viene attribuito”.

I testi di Natalina Botter vogliono esprimere, con annotazioni e curiosità storiche, le suggestioni che si provano nei luoghi delle immagini scattate dal marito. I commenti alle foto accompagnano infatti il lettore alla scoperta della "città gioiosa”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×