18/12/2014sereno con foschia

19/12/2014banchi di nebbia

20/12/2014sereno con foschia

18 dicembre 2014

Giovedì il Giro d’Italia, le mappe e i divieti

Chiusa la A27, centinaia di uomini coinvolti per regolare il traffico

TREVISO – L’anno scorso era toccato a Vedelago, quest’anno invece l’arrivo della tappa del Giro d’Italia è in centro a Treviso. Saranno come al solito istituiti tantissimi divieti alla circolazione, con i conseguenti ed ovvi disagi. Ma, si sa, fa parte della festa.

Giovedì la carovana del Giro attraverserà la Marca da nord verso sud. Si tratta di una tappa da 130 km, da Longarone a Treviso, dove si arriverà in volata entrando in città dalla Pontebbana e dove si andrà a girare attorno alle mura non una, ma ben due volte.

In città fremono i preparativi e già da domani si inizierà ad allestire il palco dell’arrivo. Sul fronte della viabilità è previsto un superlavoro per forze dell’ordine, coordinate dalla Prefettura e dalla polizia stradale, e polizie locali di tutti i comuni interessati, ovvero Treviso, Arcade, Crocetta del Montello, Giavera del Montello, Moriago della Battaglia, Pederobba, Pieve di Soligo, Refrontolo, San Pietro di Feletto, Sernaglia della Battaglia, Spresiano, Tarzo, Valdobbiadene, Vidor, Villorba, Vittorio Veneto e  Volpago del Montello.

Saranno centinaia – circa 500 secondo i calcoli della vigilia - gli uomini impiegati per regolare il traffico.

 

Sul sito della Provincia di Treviso è visibile l’intero tracciato della tappa >>

 

In quello del Comune di Treviso, invece, si possono trovare tutte le disposizioni previste per auto e mezzi pubblici >>

La polizia stradale questa mattina ha segnalato le principali modifiche alla circolazione stradale.

La A27 sarà chiusa al traffico dalle 14 circa, non sarà possibile uscire da nessuno dei caselli, in quanto danno sul percorso della tappa. I divieti in pratica seguiranno il passaggio dei corridori e quindi fino alla 17 circa sarà opportuno evitare di passare in prossimità del percorso. Ci si potrebbe ritrovare a percorrere delle strade che termineranno sul tracciato come dei vicoli ciechi.

I divieti e le possibilità di dover rimanere fermi, oppure di dover tornare indietro, aumenteranno con l’avvicinarsi a Treviso, dove già dalle 13 comincerà ad essere bloccata la circolazione in vari punti.

 

Quella di giovedì, Longarone – Treviso, sarà la 12esima tappa del Giro. Domenica 26 maggio la Marca sarà nuovamente coinvolta per la 21esima tappa, da Riese a Brescia:  saranno coinvolti i comuni Riese, Castello di Godego e Loria.

 

 


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Matteo Ceron

Commenta questo articolo


Per l'occasione sarà invitato il ghanese Kebobo. Sul Sile è privisto l'ancoraggio dello yacht del Trota. Insomma ci saranno tutte le componenti per risultare una bella festa padana. In maglia rosa ci sarà ancora il siciliano Nibali( detto lo squalo dello stretto). Io la guarderò alla televisione. Ma, secondo me, Treviso rischia un'invasione di Kebobos.

segnala commento inopportuno

che pessimo commento.. davvero..pietoso..

segnala commento inopportuno

Per l'occasione sarà invitato il ghanese Kebobo. Sul Sile è privisto l'ancoraggio dello yacht del Trota. Insomma ci saranno tutte le componenti per risultare una bella festa padana. In maglia rosa ci sarà ancora il siciliano Nibali( detto lo squalo dello stretto). Io la guarderò alla televisione. Ma, secondo me, Treviso rischia un'invasione di Kebobos.

segnala commento inopportuno

Per l'occasione sarà invitato il ghanese Kebobo. Sul Sile è privisto l'ancoraggio dello yacht del Trota. Insomma ci saranno tutte le componenti per risultare una bella festa padana. In maglia rosa ci sarà ancora il siciliano Nibali( detto lo squalo dello stretto). Io la guarderò alla televisione. Ma, secondo me, Treviso rischia un'invasione di Kebobos.

segnala commento inopportuno

perchè sono già stanca dei divieti e dei disagi

segnala commento inopportuno

Questo "circo" crea disagi e basta. Il ciclismo e' lo sport più incivile al mondo! Pensateci un po' ......

segnala commento inopportuno

già, detto molto bene....a qualcuno gli tocca ! L'altranno a Vedelago, quest'anno a Treviso, a chi tocca sta disgrazia, tocca !!
Per 4 curiosi si penalizza un intero territorio.
Per 4 curidori in braghette si spendono milioni in asfalti, segnaletica, strade chiuse, disagi enormi per pendolari lavoratori e cittadini vari.....
Il tutto per stimolatre il mercato degli "aiutini chimici, beveroni & C." e la pubblicità della Gazzetta dello Sport.
Eliminiamo questo sport inutile, che ha fatto il suo tempo !!
Quanto a Dotta, stavolta non ha scopiazzato autori, ed il risultato si vede..... altro che latte alle ginocchia

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Renzi lancia la candidatura italiana per le Olimpiadi 2024. Che ne pensi?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.860

Anno XXXIII n° 24 / 18 dicembre 2014

Ladri di mestoli e rapinatori in mutande

Brindiamo al 2015, sorridendo (almeno un po’). A poche ore dal capodanno vogliamo proporvi le vicende (verissime) che - malgrado tutto - ci hanno fatto divertire. Perché, a volte, anche la cronaca diventa cabaret

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×