23 settembre 2019

Treviso

A Fiera, Laura e Alessandro rilanciano il casolino di quartiere

"Uno spazio dedicato al commercio alimentare sostenibile e prodotti a km0 ma anche un luogo dove si coltivano le relazioni"

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - Nel quartiere di Fiera, a Treviso, Laura e Alessandro reinterpretano l’idea del casolino di un tempo e si lanciano in una nuova sfida con l’apertura di uno spazio dedicato al commercio alimentare sostenibile. “Food & Hope” nasce negli spazi che furono del centro del libro in via Paolo Veronese, da un’idea di Laura Tallon classe 1986 e del 29enne Alessandro Gallina, e si pone come negozio attendo alla tracciabilità, alla sostenibilità ed al packaging degli alimenti.

Molte le filosofie che lo animano: prima fra tutte quella del Km zero, della riduzione degli sprechi e della plastica, della valorizzazione delle piccole produzioni alimentari e delle cooperative sociali per offrire ai trevigiani, ma anche ai turisti, un’opportunità di spesa sana e sostenibile. I prodotti in vendita, compresi quelli freschi, sono venduti anche sfusi: un approccio che garantisce lo spreco zero e che viene incontro alle esigenze dei nuovi consumatori.

I 200 metri quadri di superficie di vendita sono organizzati in modo da garantire al consumatore non un semplice acquisto, ma un’esperienza, quasi un’emozione: ci sono aree relax, spazi per il caffè, per incontri, seminari, conferenze, scaffali con letture selezionate perché il negozio, spiegano i due fondatori, “è e vuole essere uno spazio fisico di incontro alternativo alla piazza, un luogo dove si entra, ci si informa sulle novità e sul cibo che si mangia, dove si sta bene, dove si coltiva la salute e si curano le relazioni”. E’ previsto anche un piccolo spazio per la degustazione dei prodotti del negozio ed un’area dedicata ai bambini.

“L’e-commerce ed il servizio di consegna post vendita sono già in programma”- assicurano i titolari.

Ora la partita è aperta e con questo nuovo punto vendita Treviso intende modernizzare la propria rete commerciale. La sfida di Laura ed Alessandro è la sfida di tutti i piccoli dettaglianti, che reinterpretano il ruolo del “casolino” dimostrando capacità e spirito innovativo. Per Ascom queste imprese sono “la spina dorsale dei quartieri e dei piccoli centri urbani”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×