06 dicembre 2019

La festa di Papi

Categoria: Persone - Tags: Berlusconi

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti | (11)

Auguri!

A tutti papà, naturalmente. Compreso il mio Charlie.

Festa del papà a parte, oggi il pensiero va anche a Papi (sapete di chi parlo, per cui).

Oggi fue giorno di mestizia per Papi e Forza Papi.

La Corte di Cassazione ha confermato i due anni di interdizione dai pubblici uffici per Papi, e la sua ineleggibilità a Qualunque Posto Che Si Rispetti per sei anni. Il che significa che Papi deve aspettare di avere 87 anni per essere papabile come parlamentare, ministro, presidente del consiglio, della repubblica o di vattelapesca. Non è una buona cosa, direbbe la Santanché.

Di fronte a questo ennesimo smaccoattacco a Papi, che ha lasciato amareggiato (o ammareggiato, fa lo stesso) anche Ghedini, io propongo una riga di silenzio.

Eccola:

 

 

Toh! Facciamola sporca: due righe di silenzio:

 

 

Ecco fatto. Alla prossima.

 



Commenta questo articolo


hahaha ! poretto lui, si adatterà a sentire un giorno i propri figliouli dire: auguri genitore2 , oggi è la tua festa ! questo si che merita un silenzio che vale più di mille mila parole

segnala commento inopportuno

Crepi l'avarizia: tre righe di silenzio.


Ma per tutti i Papà
hip hip hip hurrà!

segnala commento inopportuno

Non ce la faccio, devo scriverlo.
Per me papi (p minuscola) c'ha le emorroidi che stanno esplodendo, tra il cambio di stagione e queste novità!
E non ce la faccio di nuovo, devo scrivere anche questo:
E IO SON CONTENTO!!!!!!!

segnala commento inopportuno

Sa un po' di "calcio dell' asino" al leone morente. Non è dimostrazione di stile godere delle disgrazie altrui. Che in questo caso, tra l'altro, ricadono come danno di immagine sulla nostra intera nazione.

segnala commento inopportuno

caro Michele, di solito mi fai i complimenti. Non sono avvezza all'associazione asinina. Ma magari dovrei abituarmi. In ogni caso, restando nel regno animale, se penso a Papi non mi viene in mente un leone. In ogni caso il "danno" mi pare sia stato fatto molto tempo fa. Alla nazione, certo.

segnala commento inopportuno

Ma Graziosissima Direttora, a parte che reputo l'asino un animale intelligentissimo ed è(dopo il mulo....essendo io Alpino) uno dei miei preferiti, non mi riferivo sicuramente a lei bensì al soprastante Anonymous che ha urlato a lettere maiuscole la sua contentezza!
Nel caso, rifletterei piuttosto sul fatto che solo per via giudiziaria siamo riusciti a mettere nell' angolo (ma è ancora determinanate) il De Cuius, che ieri ha rinunciato "motu proprio" anche al titolo di Cavaliere! altrimenti il popolo italiano avrebbe continuato a votarlo alla grande. Questo, direi che spaventa più che produrre contentezza.

PS: O Graziosissima, se proprio dovessi paragonarla ad un animale, sa tipo il gioco "se fossi un animale cosa vorrei essere" la paragonerei ad una meravigliosa puledra dalla bionda criniera che galoppa selvaggia nella prateria rilucente di rugiada, in un alba dipinta di rosa....

segnala commento inopportuno

BESTIA CHE SONO!
sopra ho scritto un' alba senza apostrofo...

segnala commento inopportuno

L'alba non ha bisogno di un aprostrofo. Lo dice la puledra. A proposito: dov'è la prateria? Ho cercato su Google Map, ma ho trovato solo una bretella. Buona giornata, Michele!

segnala commento inopportuno

Già...come cantava il grande filosofo Celentano: "la dove c'era l'erba ora c'è-èè una colata d'asfalto-ooo". A tanto può arrivare la ottusità dell' uomo!

Certo che augurarmi "Buona Giornata" (con tutti i complimenti che le faccio, o Graziosissima Direttora) ricordandomi quello scempio è proprio una cattiveria...

segnala commento inopportuno

Ah beh, se era per me, vedo che ogni tanto ritorna a galla quel problema cognitivo nell'uso della piattaforma che non ti fa rispondere nel posto giusto... :-)
Comunque per papi, non si diche che si raccoglie quel che si semina?
Ecco, quindi io non c'entro proprio, prendo solo atto dei fatti che stanno succedendo, e ci mancherebbe pure che non possa esprimere una decisa e vibrante soddisfazione!

segnala commento inopportuno

Caro Bastanzetti, trovo molto ingiusto il trattamento che lei riserva a me e Salvador e quello invece dedicato alla Da Ros :-) Anche io e Francesca, per un fatto di "par condicio", vogliamo essere paragonati a qualche animale epico. Bastanzetti, lei ha un grande senso della giustizia, ma in questo caso è ingiusto e mi pare che abbia delle preferenze :-) Anche un filino ingrato perché con i miei post e quelli di Francesca lei si è fatto un nome in tutta Treviso ;-)

segnala commento inopportuno

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×