07 dicembre 2019

Nord-Est

Ferrata sulle Dolomiti, precipita e muore davanti agli amici

commenti |

commenti |

Ferrata sulle Dolomiti, precipita e muore davanti agli amici

Un escursionista francese di 53 anni è morto ieri, sabato, in Veneto precipitando da una via ferrata sulla Schiara, nelle Dolomiti. Era partito al primo mattino dal Rifugio Settimo alpini, con altri sei connazionali, con i quali aveva programmato alte vie ferrate nel corso della prossima settimana. L'uomo aveva percorso con il gruppo la 'Zacchi' e proseguito poi per la 'Berti'. Arrivati in cima alla Schiara, poco dopo le 13, gli escursionisti avevano iniziato la discesa sulla Marmol quando, in un tratto esposto, al momento dello scambio dei moschettoni tra un fittone e l'altro, i compagni hanno visto l'uomo cadere di spalle nel vuoto.

 

l corpo è stato recuperato dagli operatori del Soccorso alpino di Belluno, con l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, a circa 2500 metri di quota, 150 metri sotto il punto in cui il francese era caduto.

 

Al momento dell'incidente la parte alta della montagna era immersa nella nebbia. L'elicottero del Suem di Pieve di Cadore, dopo aver tentato di avvicinarsi da sud inutilmente, ha trasportato in quota due squadre del Soccorso alpino di Belluno, sbarcandole poco sopra Forcella Nerville. Alla terza rotazione, essendosi aperto un varco, l'eliambulanza è riuscita ad entrare da sud, individuando il corpo dell'escursionista, 150 metri sotto il punto in cui era caduto. Dopo aver sbarcato con un verricello tecnico di elisoccorso e un altro soccorritore, la salma è stata ricomposta e trasportata a valle. Nel frattempo i sei soccorritori in quota avevano raggiunto il Bivacco Marmol, dove avevano trovato riparo i sei compagni dell'uomo. L'elicottero è quindi tornato sulla Schiara e ha caricato a bordo i sei in hovering, accompagnati fino alla piazzola dell'ospedale, tornando infine a prendere anche i sei volontari..

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×