23 settembre 2019

Treviso

Fermato due volte mentre cammina lungo i binari

Sanzionato 20enne beccato lungo la tratta Treviso-Vicenza

commenti |

treno

TREVISO Cammina lungo i binari e viene bloccato dalla polizia, ma dopo poco più di un’ora, come se nulla fosse, ritorna a fare lo stesso. Al centro della vicenda un ventenne siriano. Ieri verso mezzogiorno, un automobilista ha segnalato alla polizia che sulla linea Treviso-Vicenza c’era un uomo che camminava lungo la ferrovia. Il personale della Polfer di Treviso ha contattato immediatamente il dirigente centrale operativo che coordina le linee delle ferrovie, il quale ha intimato ai macchinisti dei convogli in transito, su quella tratta, l’andatura “a vista”, ovvero 30 km/h.

 

Gli agenti della Polfer, sulla base delle descrizioni fornite dall’automobilista e dopo aver contattato il macchinista del treno in transito sulla tratta interessata, sono riusciti ad individuare la persona in prossimità di Quinto di Treviso. Il ventenne è stato accompagnato in questura dov’è stato accertato che nei suoi confronti era stato emesso il giorno precedente dal prefetto di Udine un decreto di espulsione e l’intimazione a lasciare il territorio italiano. È stato redatto il verbale di contravvenzione per l’invasione dei binari e, dopo aver verificato che i treni in transito non avevano subito ritardi significativi, l’extracomunitario è stato denunciato per aver generato allarme e poi è stato rilasciato.

 

Ma poco più di un’ora dopo stava nuovamente camminando lungo i binari. Verso le 13,20, infatti, la Centrale Operativa Compartimentale ha segnalato che lungo la linea ferroviaria Treviso-Vicenza c’era una persona che camminava in mezzo ai binari. La Polfer è intervenuta ancora, appurando che il ventenne, nonostante le varie segnalazioni del macchinista del convoglio con l’apposito fischio del locomotore, continuava tranquillamente a camminare a ridosso dei binari.

È stato bloccato ed accompagnato negli uffici Polfer. Dopo aver verificato che i treni avevano avuto un ritardo di una mezz’ora, è stato indagato per il reato di interruzione di pubblico servizio e procurato allarme ed è stato nuovamente sanzionato per l’invasione dei binari. L’Ufficio Immigrazione sta ora valutando che provvedimenti prendere nei suoi confronti.

 

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×