20/12/2014parz. nuvoloso

21/12/2014velature lievi

22/12/2014sereno con foschia

20 dicembre 2014

FELTRINELLI SBARCA A TREVISO

Tantissimi trevigiani ieri all’inaugurazione. Era un sogno di Inge Feltrinelli, presidente onoraria, che ha molti amici a Treviso

TREVISO - E’ sbarcata una nuova libreria a Treviso: ieri, giovedì 30 settembre, il taglio del nastro da parte della presidente onoraria de “La Feltrinelli”, Inge Feltrinelli, e del sindaco Gobbo. Moltissimi trevigiani sono andati a visitarla. Si trova in via Canova 2, di fronte al Battistero.



E’ giunto dal veneziano anche Gianfranco Bettin, scrittore, giornalista e amministratore della città lagunare, amico della famiglia Feltrinelli, amico di Inge (con lei nella foto). Presenti anche gli assessori Bastianetto e Zanini, e il vice presidente della Provincia, Floriano Zambon. Presente, ma più defilato il presidente de “La Feltrinelli”, il figlio di Inge, Carlo.



Diversi mesi fa i librari trevigiani si erano fortemente allarmati pensando che in città stesse per nascere un mega store di superficie, ma è tutto ridimensionato: solo, si fa per dire, 350 metri quadrati, con libri di tutti i generi (35 mila titoli), un fornito reparto di musica e home video, postazioni per sedersi e sfogliare i libri e uno spazio coloratissimo, come lo è la struttura in genere, dedicato esclusivamente ai lettori più piccoli (Kidz) che all’occorrenza si trasforma in sala conferenze e corner per ospitare eventi.



Kidz è un reparto realizzato con Reggio Children, la società a capitale misto con cui il Comune di Reggio ha dato vita per gestire gli scambi pedagogici e culturali don insegnanti, ricercatori e studiosi di tutto il mondo. Certo che del fino da torcere lo darà alle storiche librerie trevigiane.



Ieri all’apertura è venuto a buttare un occhio anche il direttore dalla vicinissima e storica libreria Canova, Franco Casonato (nella foto sotto), che si era fatto promotore di un’iniziativa che mirava a conoscere le reali dimensioni del nuovo negozio. Sono impiegati otto dipendenti. “E’ sempre un concorrente in più sulla piazza, anche considerata la vicinanza fisica fra noi, ma ritengo che se si sa fare bene il proprio mestiere e ci si propone in una maniera che non è simile a quella del vicino non dovrebbero esserci problemi. Noi siamo sulla piazza, prima come cartoleria, dal 1854”.



La presidente onoraria Inge Feltrinelli ci spiega che con la città di Treviso ha un legame particolare. La signora Inge, non si perde un’edizione del premio letterario Giovanni Comisso e poi nella nostra città ha molto amici, fra cui Alfredo patron del Toulà. “E’ una nuova sfida, in Veneto ci sono librerie a Padova e a Mestre. Abbiamo fiducia nei lettori di questa città e soprattutto in quelli più giovani.



Noi abbiamo una formula diversa, abbiamo musica di sottofondo, abbiamo una struttura moderna. Era – ha detto Inge - un sogno mio da quando venni nella vostra città 30 anni fa al Comisso”. La libreria sarà aperta anche la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20, il sabato con orario prolungato fino alle 20. Sono in cartellone già eventi di sicuro richiamo come la presenza, il prossimo 9 ottobre, del grande musicista Giovanni Allevi, che incontrerà i trevigiani in occasione dell’uscita del suo nuovo album di inediti di piano “Alien”.


Ma giù tutto il mese di ottobre è già calendarizzato con eventi di ogni tipo, fra cui i laboratori “Baby art: Picasso e l’autoritratto”, in programma domenica 24 ottobre alle 17, oppure la domenica prima “Diventiamo musicisti”, sempre alle 17. Insomma è nato un nuovo contenitore culturale in città, oltre che fornitissima libreria e non solo, che speriamo non crei disagi ai librai già affermati, ma produca solo nuovi lettori, di cui c’è sempre tanto bisogno.


Foto di Laura Tuveri

 

 


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Laura Tuveri

Commenta questo articolo


giovane laureata in storia dell'arte e beni culturali con esperienza libri in nota casa editrice, può inviare curriculum per eventuale assunzione? Eventualmente anche presso altre vostre sedi o vostra casa editrice?
Vi ringrazio per una vostra cortese risposta.
Distinti saluti. Mario Facchin

segnala commento inopportuno

Questa inaugurazione la trovo molto più bella di quella dell'inaugurazione delle camere per i pazienti RICCHI(?).
Qualcuno dirà ,ma che c'entrano i libri con la salute?Molto.Leggere fa bene alla mente, e quante volte ,io compresa,mentre si fa assistenza al parente ammalato ci ritroviamo un libro tra le mani?Ci sono libri scritti da persone che hanno sofferto di una malattia grave e mettono sulla carta parole per spiegare il dolore e come combatterlo e questo può aiutare almeno psicologicamente . Questo naturalmente è un mio modo di vedere le cose.
Grazie e ciao da 1R@G@ZZ@INGENU@

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Renzi lancia la candidatura italiana per le Olimpiadi 2024. Che ne pensi?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.860

Anno XXXIII n° 24 / 18 dicembre 2014

Ladri di mestoli e rapinatori in mutande

Brindiamo al 2015, sorridendo (almeno un po’). A poche ore dal capodanno vogliamo proporvi le vicende (verissime) che - malgrado tutto - ci hanno fatto divertire. Perché, a volte, anche la cronaca diventa cabaret

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×