20/10/2017coperto

21/10/2017coperto

22/10/2017pioggia

20 ottobre 2017

Mogliano

Ex Macevi: «Situazione risolta grazie al Tar»

Dopo l'annuncio da parte dell'esecutivo del via libera al nuovo progetto, l'opposizione si leva qualche sassolino dalla scarpa

commenti |

MOGLIANO - "Problema risolto grazie al Tribunale reigonale". L’area ex Macevi, se pur giunta sembra ad una soluzione finale, continua comunque ad essere oggetto di polemiche tra maggioranza e minoranza.

L’annuncio dato dal Sindaco, ossia che la Giunta ha adottato il piano di recupero di iniziativa privata, suscita la reazione dell’ex Sindaco Azzolini: “ Una vittoria anche meritata dei privati – ricorda Azzolini – che sono stati costretti a ricorrere al TAR richiedendo danni per milioni di euro. Il Sindaco Arena aveva promosso sull’area ex Macevi spazzi pubblici ed un Auditorium”.

“Non avremmo nulla di tutto questo. Nessuno spazio per la cultura, al massimo una birreria nella casa del campanaro. I 2 milioni di euro che il Sindaco spaccia per spazzi pubblici non sono altro che i parcheggi privati aperti al pubblico fronte supermercato.

L’unica cosa positiva è che saranno gratuiti, speriamo. Altra non verità è la riduzione del volume che non viene eliminato, ma non costruito perché i privati per svilupparlo dovrebbero realizzare un mega interrato per soddisfare gli standard al volume in eccesso”.

“Volume che comunque rimarrebbe di proprietà del privato - continua Azzolini - che potrebbe spostarlo altrove tramite il credito edilizio. La Giunta inoltre ha autorizzato altrettanti metri cubi sull’ex Colorificio San Marco. Se ne congelano 18.300, ma ne sono stati autorizzati altrettanti a 3 metri di distanza”.

“Per ciò che concerne i 300.000 euro incassati – conclude Azzolini - sono sempre meno di ciò che un piano di recupero avrebbe potuto ottenere se si fossero fatti pagare per intero gli oneri di urbanizzazione ed il costo di costruzione. L’unica cosa positiva in tutto questo è che ad intervenire saranno i nostri imprenditori locali, Bovolato e Geremia, ai quali la nostra comunità deve molto. Speriamo ora che ritirino la loro richiesta di danni”.

Gianfranco Vergani

 

Commenta questo articolo


Dello stesso argomento

immagine della news

25/06/2017

Ex Macevi, su il sipario

L'amministrazione comunale presenterà il prossimo 27 giugno il progetto che dovrebbe rivoluzionare un'area per anni in degrado

immagine della news

17/06/2017

Area ex Macevi alla fine del tunnel

Adottato il piano di recupero: nascerà un supermercato, un’area verde pubblica, una zona residenziale, parcheggi ed una "nuova" piazza Donatori di Sangue

immagine della news

08/06/2017

Mogliano, dalle multe in arrivo due milioni

Il dato, relativo al 2016, è stato reso noto dal consigliere di opposizione Giovanni Azzolini: «L'Amministrazione ha raddoppiato il valore dell'anno precedente»

vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×