23/01/2019nevischio

24/01/2019parz nuvoloso

25/01/2019quasi sereno

23 gennaio 2019

Vittorio Veneto

Ex Carnielli, "ecco la prova che c'è qualcosa di torbido. Disegno nascosto a cittadini e partiti"

La polemica rilanciata dall'ex consigliere dem Alessandro De Bastiani

commenti |

VITTORIO VENETO - C’è “qualcosa di torbido” sul caso ex Carnielli: lo sostiene l’ex consigliere dem Alessandro De Bastiani. Il riferimento è ai documenti riguardanti sentenze riferibili alla vicenda dell’ex fabbrica, che stanno circolando in questi giorni: “Tutte escludono la responsabilità del curatore fallimentare, questa è la prova che qualcuno si sta muovendo seguendo un disegno che è tenuto nascosto ai cittadini e ai partiti, compreso quello di maggioranza. Mi piacerebbe sapere chi ha raccolto e trasmesso quella serie di sentenze perché costui si è dimenticato di citarne sicuramente altre che stabiliscono il contrario. Io, che non sono un avvocato, posso citarne una”.

 

Si tratta della sentenza della Corte di Cassazione numero 37282 del 1 ottobre 2008, riguardante un caso di dispersione di amianto nell’ambiente. Una sentenza che – riporta De Bastiani - “stabilisce che la responsabilità del titolare si trasferisce sul curatore fallimentare”. Il giudice penale può quindi disporre il sequestro preventivo “impeditivo” anche su beni appartenenti ad imprenditore fallito. Questo significa che, in base ad una sentenza come quella citata da De Bastiani, la bonifica dell’area potrebbe spettare anche al curatore fallimentare. “Quando l’impresa sia dichiarata fallita (…) la responsabilità del suo titolare si trasferisce sul curatore fallimentare, che da una parte è pubblico ufficiale e dall’altra ha il compito di amministrare il patrimonio dell’impresa in sostituzione del suo titolare” recita il documento.

 

“E’ evidente da quale parte sta tirando la legge chi ha messo insieme e diffuso le sentenze che abbiamo visto fino ad oggi. Possiamo fidarci di chi ci fornisce informazioni in modo parziale e che vanno in un’unica direzione? E’ auspicabile che il tema venga portato in Consiglio Comunale e affrontato in una pubblica discussione” conclude De Bastiani. 

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×