23/01/2019nevischio

24/01/2019parz nuvoloso

25/01/2019quasi sereno

23 gennaio 2019

Esteri

Esplosione a Parigi: 2 morti, grave un'italiana

commenti |

E' di 2 morti, entrambi vigili del fuoco, il bilancio della forte esplosione avvenuta questa mattina in una panetteria a Parigi, nei pressi dell'Opera. A comunicare che le vittime sono due - e non quattro, come precedentemente riferito dal ministero degli Interni - è la procura della capitale francese. Secondo l'ultimo aggiornamento, i feriti sono 47, 10 in gravi condizioni e 37 in modo lieve. Ci sono anche tre italiani, tra cui, secondo quanto apprende l'Adnkronos, una donna in gravi condizioni, dipendente di un hotel delle vicinanze. Gli altri due connazionali feriti, in modo lieve, sono un videomaker della trasmissione "Cartabianca", Valerio Orsolini, e l'inviato di Agorà, Matteo Barzini, che si trovavano nella capitale francese per seguire la manifestazione dei gilet gialli. L'ipotesi della fuga di gas è al momento la più accreditata per l'esplosione che si è verificata poco prima delle 9 in rue de Trévise, nel IX arrondissement.

 

"Il bilancio delle vittime è pesante", ha detto ai media francesi il ministro dell'Interno, Christophe Castaner, che si è recato sul luogo dell'esplosione, aggiungendo che "la situazione adesso è sotto controllo" .L'esplosione ha interessato l'intero edificio. Sono rimasti danneggiati anche gli edifici vicini. Circa 200 pompieri sono intervenuti per domare le fiamme, mobilitati anche un centinaio di poliziotti. Sul luogo dell'incidente è accorsa anche il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo. Le autorità hanno rassicurato i residenti della parigina rue de Trévise che la forte esplosione non è stata causata da un attentato. Lo ha riferito a Le Parisien Paula Nagui, la receptionist dell'hotel Diva Opera, che si trova a una decina di metri dalla panetteria.

 

C'è stata "un'enorme esplosione", ha detto la donna, e tutte le finestre e le vetrine circostanti sono andate in frantumi. I clienti dell'albergo sono stati "rassicurati", dopo avere pensato in un primo momento ad un attacco terroristico.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×