17/08/2018sereno

18/08/2018quasi sereno

19/08/2018quasi sereno

17 agosto 2018

Conegliano

Encomio a Marco Goldin per 15 anni di mostre

commenti |

CONEGLIANO - Un incontro commosso quello che il sindaco Zambon ha riservato a Marco Goldin, curatore e organizzatore di eventi culturali ed artistici da più di vent'anni. "E' qui che si è formato professionalmente ed è qui che ha creato una collezione d'arte tra le più belle del Novecento e che sono un patrimonio di valore per la città.

 

Inoltre ha creato un modello operativo che ancora funziona e ci dà risultati eccellenti, anche se i soggetti attori sono diversi - ha detto il sindaco Floriano Zambon - Quando Marco Goldin viene invitato nel mondo e ancora quando porta i suoi eventi in Italia ricorda sempre da dove è partito, dove è nato professionalmente, qui a Conegliano, diventando per noi uno straordinario ambasciatore della nostra città".

 

La gratitudine dell'amministrazione comunale si è concretizzata con l'omaggio del libro degli Antichi statuti cittadini e di un encomio pubblico per i suoi 15 anni di attività a Palazzo Sarcinelli, e per la mostra "Ode alla Pittura: la collezione di Palazzo Sarcinelli da Music a Zigaina a Guccione", realizzata con i lasciti oggi costituenti la collezione d'arte permanente della Galleria Civica.

 

A chi ha chiesto se in futuro Goldin potrebbe prendere in considerazione ancora progetti a Palazzo Sarcinelli ha risposto: "Ho impegni ingenti nei prossimi due anni che mi vedranno ancora in eventi di rilevanza notevole - ha detto Marco Goldin - ma in futuro vorrei dedicarmi a progetti più "umani", quindi proseguendo nella ricerca che sto portando avanti da anni ma impostando il lavoro in una dimensione più a misura d'uomo".

 

Leggi altre notizie di Conegliano

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×