23/06/2018quasi sereno

24/06/2018nuvoloso

25/06/2018quasi sereno

23 giugno 2018

Castelfranco

Droni e arte, Sgarbi in visita all’Ipsia Galilei

La scuola presenterà al critico i propri progetti

Matteo Ceron | commenti |

CASTELFRANCO Vittorio Sgarbi in visita all’Ipsia Galilei di Castelfranco, dove potrà vedere da vicino i progetti di applicazione dei droni nel mondo dell’arte elaborati dalla scuola con l'iniziativa “Droni By Art”. Il critico d’arte sarà nella scuola di Castelfranco sabato 18 marzo, alle 11, dove presenterà il suo ultimo libro “Dall’ombra alla luce. Da Caravaggio a Tiepolo”.

 

“Le applicazioni dei droni all'Ipsia Galilei sono un'eccellenza riconosciuta a livello internazionale – spiega il professor Daniele Pauletto, che da anni lavora a progetti coi droni all’interno dell’istituto professionale castellano -. Le abbiamo presentate a Londra, Berlino, Mosca e Roma.

Da qualche anno i droni sono entrati a far parte del mondo dell'arte documentando mostre, musei, opere e artisti. Non sono mancati la Biennale Arte e Architettura, la Mostra Internazionale del Cinema e le pubblicazioni”. Tra queste c’è anche un volume dello stesso Daniele Pauletto scritto in collaborazione con Angelo Miatello “I Droni tra Arte Cinema Audivisivo” (270 pagine e 418 immagini).

 

“In parecchie occasioni i media hanno segnalato le attività degli innovativi studenti dell'Ipsia Galilei – dice ancora Pauletto -. Siamo in una scuola dove le nuove tecnologie digitali vengono sperimentate in vari settori, tra cui anche la bellezza, la cultura e l'arte. Il progetto Droni by Art è nato a Castelfranco mettendo assieme capacità tecnico-digitali e la narrazione audiovisiva sui social e Youtube, avvicinando così i giovani all'arte”.

 

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.938

Anno XXXVII n° 12 / 21 giugno 2018

SULLA MIA PELLE

Il tatuaggio: una moda vecchia 5300 anni

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×