18 novembre 2019

Vittorio Veneto

Dove osa Francesca

La vittoriese Francesca Salvador va da Santoro (e Berlusconi). Ed è subito audience

Emanuela Da Ros | commenti | (20) |

immagine dell'autore

Emanuela Da Ros | commenti | (20) |

ROMA - Può dire di aver guardato Berlusconi e Santoro dall'alto al basso. D'accordo: era in un'arena televisiva dove l'alto e il basso sono prospettive relative. A un paio di telecamere.

 

Ma che importa?

La notizia, che ballonzola tra le Prealpi e La 7, è che Francesca Salvador, imprenditrice di Vittorio Veneto, giovedì sera è stata da Santoro (praticamente nell'Agorà-piccolo-schermo d'Italia) e la sua parte l'ha fatta. E' intervenuta a Servizio Pubblico, una delle trasmissioni più seguite dagli italiani, per dire la sua. Per dire che le tasse strozzano, che per fare imprenditoria (anche a Nordest) ci vuole eroismo e sudore e fatica e che troppo spesso in questa landa del benessere il male di vivere coincide con un cumulo di debiti che non si riescono a pagare e che il suicidio è il risultato di un bilancio che non si riesce a saldare se non con la vita.

 

Francesca Salvador, rivolgendosi all'ex premier Berlusconi, presente in carne e cipria da Santoro, gli ha detto pure che è stata colpa sua se Monti ha preso il suo posto, perché è stato Berlusconi a dare la fiducia a un uomo che privilegia le ragioni del denaro.

 

Sollecitata da Santoro a rivelare la ricetta anti-crisi, Francesca Salvador ha detto (più o meno): Ce l'ho: dobbiamo riprenderci la nostra moneta. Che è un po' come l'aria che respiriamo, come l'acqua che beviamo. E che ci è stata portata via.

 

Le parole e la presenza mediatica di Francesca Salvador (caschetto di capelli scuri, trucco impeccabile, aplomb da presenza televisiva già sperimentata con successo) hanno fatto colpo sui quasi 9 milioni di italiani che hanno seguito la trasmissione: oggi Francesca era ancora a Roma. Il suo telefono era bollente. I mass media nazionali la volevano, la cercavano. Volevano sapere come, quando, perché fosse finita da Santoro, che  - mediaticamente - è un megafono che funziona (anche) tra sussurri e grida.

 

"E' stata la stessa redazione di Santoro a chiamarmi - spiega Francesca Salvador -. Ero stata ospite un paio di volte a Paragone, una trasmissione di Rai 2, e ero piaciuta. Per la mia schiettezza. Perché avevo qualcosa da dire. Qualcosa che sosterrò anche alle prossime elezioni".

 

Salendo sul volo che la riportava a Venezia, Francesca Salvador ci ha anticipato che si presenterà alle prossime politiche. All'interno del Pas: il Partito di Azione per lo Sviluppo di Antonio Luigi Marra. 

Ci racconterà di più tornando a casa. Per il momento, sono i vittoriesi a raccontare di lei.

"Ma tu la conosci l'imprenditrice che è stata da Santoro?", si chiedono i vittoriesi.

 

"Quale?"

"Quella che gliele ha cantate a tutti".

 

 



foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×