27/08/2015sereno

28/08/2015quasi sereno

29/08/2015quasi sereno

27 agosto 2015

DEPURATORE DI TREVISO, UN GIOIELLO COSTOSO

Un'altra Treviso: "al depuratore di S.Antonino sono allacciate poche famiglie ma l'impianto ha alti costi di funzionamento"

Treviso - “Il depuratore di Treviso è un gioiello, ma depura poco e mangia tanto denaro”. Parola di Luigi Calesso (Un’Altra Treviso) che pensa che il depuratore comunale di via Pavese a Sant’Antonino, che è stato in questi anni tanto celebrato dalle amministrazioni comunali leghiste come un fiore all’occhiello nell’ambito dei servizi ambientali cittadini, può essere chiamato depuratore se è veramente utile in quanto depura.

Caelsso dice che a Treviso, però, solo una piccola porzione delle abitazioni sono collegate al depuratore tramite la rete della fognatura pubblica e, di conseguenza, fruiscono dei servizi dell’impianto di via Pavese. Un primo problema, quindi, è quello della depurazione, mentre l’altro problema sollevato è relativo al funzionamento dell’impianto, ovvero alla qualità della lavorazione effettuata, degli investimenti comunali che ha assorbito in questi anni, del costo della gestione del depuratore per le casse municipali.

 



Laura Tuveri

 

Commenta questo articolo


Siamo sicuri che il depuratore funzoni perfettamente? chi esegue i controlli e' certo che le acque che fuoriescono non sono inquinate, visto che vengono riversate nel Sile morto dove i pescatori poi mangiano il pescato? Perche' non vanno invece convogliate dove l'acqua scorre in maggior quantita' e velocita'cioe' nel Sile vero e propio? I gestori del Parco del Sile cosa ne pensano? Dove un cittadino, puo' leggere i valori di inquinamento nel Sile degli scarichi fognari del cosidetto depuratore?

segnala commento inopportuno

se la carica della Presidenza all'Ente Parco Sile è assegnata dai politici ad un uomo politico, che speranza abbiamo che qualora ci fosse qualche magagna nel depuratore la cosa venga denunciata e i cittadini informati? Fino a quando non li cacceremo a casa a calci nulla cambierà.

segnala commento inopportuno

Dello stesso argomento


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

I profughi hanno veramente creato disagi e problemi di ordine pubblico nella Marca?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.875

Anno XXXIV n° 15 / 3 settembre 2015

CANTA CHE TI KANSEIL

Bolkhènt im lant bomme tzimbarn, “Benvenuti nella terra dei cimbri”

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×

Attenzione! è necessario loggarsi al sito per completare la procedura



×