14/12/2018quasi sereno

15/12/2018sereno con veli

16/12/2018velature diffuse

14 dicembre 2018

Castelfranco

DA VENDITTI A PHILIPPE DAVERIO, I PREMIATI DEL RADICCHIO D’ORO

Presente all’iniziativa anche il presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan

| commenti |

| commenti |

Castelfranco – In tanti per l’undicesima edizione del “Radicchio d’Oro”. Ieri sera all’Hotel Fior di Castelfranco si sono annoverate presenze di primordine.

Non ha voluto mancare neppure il presidente della Regione Veneto Giancarlo Galan, preannunciatosi solamente in giornata.

«Un’iniziativa come questa fa capire aiuta a capire quale sia la vitalità e la bellezza di Castelfranco – ha detto Galan -. Ci vogliono costanza ed un’attività intensa per tenere in piedi una manifestazione come questa». Un accenno all’imminente mostra di Giorgione: «Non è la mostra sport con le opere che arrivano dal Louvre, che vengono a vedere in tanti ma non arricchisce il nostro territorio. Con una mostra così, invece, si distribuisce ricchezza e si vive felici. Questo è Castelfranco e questo è il Veneto».

Una frecciata da parte di Galan anche sulle polemiche politiche legate alla tromba d’aria di Vallà: «Si è fatta della speculazione indegna e demagogica».

Molto l’interesse suscitato dalla presenza del critico d’arte conduttore della trasmissione Rai “Passepartout”, Philippe Daverio, premiato nella sezione cultura. Anche lui non ha mancato di elogiare la mostra di Giorgione: «È già una fortuna vedere due quadri di Giorgione vicini, qui ne hanno messi insieme diciassette: un’operazione indubbiamente potente».

Premiato per la cultura anche il cantautore Antonello Venditti. Di recente ha scritto un libro: “L’importante è che tu sia infelice”, incentrato sulla figura dominatrice di sua madre. «Il titolo del libro è una frase che mi diceva sempre mia madre – ha detto Venditti -. È stata una figura molto severa, anche se questo libro alla fine la assolve».

E poi tanti altri. Tra i premiati, lo psichiatria Vittorino Andreoli, l’allenatore di calcio Zdenek Zeman, e dopo ancora personalità dello sport come la pallavolista di Codognè Jenny Barazza, il giocatore del Parma Alberto Paloschi, Cristina Cascioli e Francesca Quondancarlo, della nazionale femminile di spada. MC

 

foto Balanza

 

Leggi altre notizie di Castelfranco

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×