21/07/2018possibile temporale

22/07/2018temporale e schiarite

23/07/2018parz nuvoloso

21 luglio 2018

Nord-Est

Da 80 anni Sergio va in vacanza a Jesolo. E il Comune lo premia

commenti |

Dal 1938 sempre in vacanza a Jesolo, o quasi. L'unica eccezione, durante il periodo della guerra, anche se il pensiero continuava a tornare lì, al litorale jesolano. E' il traguardo raggiunto da Sergio Colorio, classe 1935, residente a Mestre, che per quasi ottant'anni ha trascorso le sue estati segnate dall'acqua limpida dell'Adriatico.

 

Un amore per la località nato fin da bambino quando, accompagnato dai genitori, raggiungeva Jesolo per il periodo di villeggiatura. Poi, crescendo, la passione per il litorale si è consolidata, tanto da spingerlo ad inforcare la bicicletta e pedalare per raggiungere la spiaggia, a serpeggiare nel traffico con il motorino o a fare un po' di coda con l'auto. Negli anni della sua permanenza, Colorio ha sperimentato tutto il litorale, dalla foce della Piave Vecchia, fino a Cortellazzo.

 

In segno di riconoscimento per l'affetto e la fedeltà dimostrata alla località balneare, l'amministrazione comunale di Jesolo ha deciso di conferirgli una targa. La consegna è avvenuta oggi, direttamente dalle mani del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, che ha voluto esprimere il suo ringraziamento e apprezzamento al signor Colorio. "L'affetto dimostrato nei confronti di Jesolo ci inorgoglisce - commenta Zoggia - e testimonia una volta di più la vocazione all'accoglienza e all'ospitalità che negli anni ha reso famosa la nostra città".

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.940

Anno XXXVII n° 14 / 26 luglio 2018

DAI "LAGER" LIBICI A VITTORIO VENETO

Se questo è un uomo. Imprigionati, torturati, uccisi o venduti come schiavi. Le testimonianze dei sopravvissuti ai campi di concentramento in Libia arrivati a Vittorio Veneto

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×