21 settembre 2019

Treviso

"Core festival" alza il sipario e dona un’opera d’arte alla Dogana

Dal 7 al 9 giugno a Treviso 50 tra i migliori artisti made in Italy

Isabella Loschi | commenti |

TREVISO - L’enorme parete del capannone dell’ex Dogana a Treviso, si trasforma in opera d’arte permanente e cambia il volto dell’area che da venerdì 7 giugno ospiterà la prima edizione del “Core festival”.

L’opera dell’artista Luca Zamoc, 33 anni di Modena, noto per gli enormi lavori che ha già realizzato in tutto il mondo, vuole essere un dono di benvenuto alla città, un gioiello per rendere viva ed impreziosire l’ex Dogana. Oltre 50 litri di colore serviranno per realizzare l’enorme fenice, ispirata a un’opera di Hokusai, che svetterà nella parete dell’hangar della Dogana e sarà svelata durante il festival. Questa è una delle novità dell’edizione del Core festival, la tre di musica ed eventi, dal 7 al 9 giugno, organizzata da Home in collaborazione con Aperol Spritz. "Il soggetto si ispira all'arte tradizionale giapponese ed è un simbolo di rinascita, proprio come il Core festival che rinasce dalle proprie ceneri per ricominciare", ha spiegato Zamoc.

Sui tre palchi allestiti nella zona dove è nato e cresciuto l’Home festival saliranno ben 50 tra i migliori artisti del panorama musicale italiano. Da Calcutta a Salmo, dai Maneskin, a Myss Keta fino agli Articolo 31.

“Si tratta della prima edizione di una manifestazione che fa della qualità il suo must - ha spiegato il fondatore Amedeo Lombardi - il progetto, nato dall’amore per la nostra città e pianificato con professionalità ormai decennale, è totalmente innovativo nel panorama italiano. Oltre alla musica coinvolge tutte le eccellenze del territorio dal punto di vista culinario, culturale e artistico. Una grande vetrina delle eccellenze venete per il mondo, un autentico boutique festival”.

All’interno dell’area oltre alla musica, non mancheranno il market con circa una ventina di espositori, l’area food con una vasta scelta. Accanto, ci saranno i migliori punti ristoro con birra, vino e ovviamente Aperol Spritz, main sponsor dell’evento che distribuirà nell’area molti punti di intrattenimento. Presente anche l’area luna park che quest’anno si amplia con autoscontri e la casa degli specchi.

Altra importane novità introdotta quest’anno i parcheggi gratuiti e le navette che permetteranno di raggiungere l’area concerti in modo più agevole. Grazie alla rinnovata collaborazione con Mom, con il supporto del comando della Polizia Locale, sono state organizzate due navette non a pagamento per garantire a tutti parcheggi gratuiti e un servizio in totale sicurezza. Le zone di carico e scarico sono state programmate utilizzando le fermate preesistenti di Mom, nella zona della Stazione, di Porta San Tomaso e nell’area del Mercato Ortofrutticolo, del Panorama e dell’Appiani con arrivo ad inizio serata e partenza durante tutto il festival in Via Boiago, zona adiacente all’area Dogana. Le navette funzioneranno dalle 15 alle 4 del mattino dal 7 al 9 giugno. Tutti i giorni ci saranno mezzi ad alta capienza di rinforzo su questo circuito per le ore di punta. Sarà inoltre attivato un mezzo indipendente anche lungo la linea parcheggio scambiatore allo stadio Monigo.

 

 

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso

Commenta questo articolo


Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×