23/10/2017sereno con veli

24/10/2017sereno

25/10/2017velature sparse

23 ottobre 2017

Nord-Est

Coppia uccisa a Mestre: lei era incinta di 5 mesi

commenti |

VENEZIA - Era al quinto mese di gravidanza Anastasia Shakurova, la 30enne russa uccisa ieri a Mestre assieme al compagno dall'ex fidanzato, il 50enne Stefano Perale, che dopo il duplice delitto si è costituito alla polizia.

 

E' uno dei particolari che - si apprende da fonti vicine all'inchiesta - è emerso dall'esame autoptico effettuato oggi sulle due vittime dall'anatomopatologo Antonello Cirnelli.

 

L'autopsia avrebbe confermato che la giovane donna è stata soffocata dall' omicida, con una violenta pressione protratta sul naso e sulla bocca. Il suo compagno, Biagio Junior Buonomo, ingegnere 31enne, napoletano, è stato invece ucciso con un corpo contundente, probabilmente una spranga, in un'azione violenta accanita e ripetuta.

 

E' stato colpito soprattutto alla zona della testa, con almeno cinque colpi. Verosimilmente i due sono stati narcotizzati prima dell'aggressione, ma la prova dell'uso di un qualche sedativo o droga potrà essere confermata solo dall'esito degli esami tossicologici.

 

Commenta questo articolo


vedi tutti i blog

I sondaggi - Vota

Lo Ius soli, che facilita la cittadinanza per gli stranieri che nascono in Italia, sta per essere votato. Sei d'accordo?
Partecipa al Sondaggio

In Edicola

copertina del giornale in edicola

Il Quindicinale n.922

Anno XXXVI n° 18 / 19 ottobre 2017

CAPORETTO

Caporetto: la disfatta che viene dal passato. Immagini di guerra. Di attacchi (subdoli) e di resa. Caporetto è il simbolo della disfatta per antonomasia. E un secolo non basta per dimenticare

archivio numeri

Grazie per averci inviato la tua notizia

×